Novembre piu’ ricco per i dipendenti Asl, 2500 euro di premio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1176

LANCIANO. Busta paga più pesante per circa 1.400 dipendenti Asl. La Direzione Aziendale, infatti, ha applicato per il personale del comparto (amministrativi, infermieri, tecnici) l’istituto contrattuale delle fasce economiche, una progressione orizzontale che, nell’ambito della categoria di appartenenza, dalla A alla D, premia l’anzianità di servizio.
Novembre più ricco, quindi, e non solo per l'aumento della retribuzione mensile, attestata mediamente intorno ai 53 euro, perché ben più sostanzioso è l'ammontare degli arretrati: l'adeguamento, infatti, è retroattivo a far data dal 1° gennaio 2004, e porta nelle tasche di ciascuno una media di 2.500 euro.
Un adempimento oneroso sotto il profilo economico, che pesa per 3 milioni 270 mila euro sulle casse dell'Azienda, che meno di un anno fa aveva già provveduto all'applicazione delle fasce relativamente agli anni 2002-2003.
«Ci siamo impegnati per recuperare il tempo perduto e colmare un vuoto che durava da anni – sottolinea il manager Michele Caporossi – nella convinzione che il lavoro debba avere il giusto e necessario riconoscimento economico».
Le risorse a disposizione non consentono ovviamente di portare in un sol colpo l'Azienda in posizione di parità rispetto agli adempimenti contrattuali, «ma credo che le scelte fin qui seguite», ha sottolineato Caporossi, «dimostrino con assoluta chiarezza quanto i rapporti con il personale rappresentino una priorità per questa Direzione. «I segnali di attenzione dati fin qui attraverso una serie di iniziative, come l'elargizione dei premi di produttività, le selezioni per le progressioni verticali dimostrino l'interesse aziendale per le politiche del personale. Desidero, infine, ringraziare il settore preposto del servizio personale per l'impegno profuso nel ricostruire e gestire la notevole mole di dati, e la software house IASI per il supporto tecnico».
15/11/2007 11.39