Pescara, «primo comune a recapitare a casa i documenti»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2072

PESCARA – Il Comune di Pescara all’avanguardia, a livello nazionale, per quanto riguarda il rilascio di carte d’identità elettroniche, e non solo. È importante sottolineare, infatti, che «quello di Pescara è il primo Comune d’Italia a recapitare gratuitamente i certificati anagrafici a casa dei cittadini tramite semplice prenotazione, da effettuarsi telefonicamente o via Internet».
Lo assicura Roberto De Camillis, assessore al Comune di Pescara con delega ai Servizi demografici ed elettorali.
«Risultati, questi», ha aggiunto,«talmente d'eccellenza che il Ministero dell'Interno ha voluto premiare la città con un finanziamento di 162mila euro, i quali verranno adoperati per potenziare le postazioni di rilascio nelle circoscrizioni».
Attualmente, le carte elettroniche possono essere ritirate presso il Comune e nei quartieri 2 e 4. Dunque il Comune di Pescara, per rendere più semplici e rapidi i servizi anagrafici a disposizione dei cittadini, ha deciso di attuare un dislocamento dei servizi di sportello: si parla, in pratica, di un decentramento dei servizi anagrafici presso le varie sedi civiche di quartiere.
Il tutto avverrà, come spiega De Camillis, «Entro Pasqua del prossimo anno».
Ma c'è già la possibilità di ottenere il rilascio delle carte d'identità (che entro un anno verrà, comunque, totalmente decentrato), prenotandosi via telefono (800-482527) o via Internet, all'indirizzo www.comune.pescara.it.
Questo servizio vale anche per la prenotazione della carta d'identità elettronica.
A tale proposito, bisogna sottolineare che, per chi non volesse usufruire di questa nuova tipologia di carta d'identità, il Comune di Pescara mette a disposizione anche un documento, per il quale non si deve pagare più di 5 euro, che ha la stessa valenza di un documento di riconoscimento e che è utilizzabile in tutte le circostanze, tranne che come documento per l'espatrio.
In alternativa, sono sempre validi il passaporto, la patente di guida, la patente nautica, il libretto di pensione, il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici, il porto d'armi e tutte le tessere di riconoscimento munite di fotografia e timbro rilasciate da un'amministrazione dello Stato. Ad ogni modo, i pescaresi possono richiedere, sia on line che telefonicamente, tutti i certificati anagrafici di cui hanno bisogno: sarà il Comune che provvederà ad inviarli direttamente, a mezzo posta, presso i rispettivi domicili.
«Inoltre», ha aggiunto De Camillis, «tutti i cittadini verranno avvertiti, con un anticipo di 6 mesi, della naturale scadenza della loro carta d'identità: il tutto nell'ottica della cancellazione di lunghe code agli uffici centrali del Comune. In questa stessa direzione va anche il fatto che si potrà usufruire dei succitati sportelli di circoscrizione per il rilascio di alcuni certificati quali stato civile, variazioni di domicilio, nuove iscrizioni anagrafiche, autenticazione di firme, passaggi di proprietà di auto e moto. L'obiettivo», come spiega l'assessore De Camillis, «è di far sì che con queste iniziative i cittadini si rivolgano sempre di più al proprio quartiere di appartenenza».

09/11/2007 9.21