Vasca per smaltire rifiuti sequestrata dalla Gdf

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

921

Vasca per smaltire rifiuti sequestrata dalla Gdf
PAGLIETA. Un'area nella quale si trovava una vasca di contenimento di liquami contenente circa 5000 litri di rifiuti liquidi.
Era da un po' che la Guardia di Finanza di Pescara indagava su uno strano fenomeno di inquinamento alla foce del fiume Sangro.
Una persona e' stata denunciata per violazioni al testo unico sull'ambiente.
Il sequestro e' avvenuto nell'ambito delle missioni di volo svolte dal Comando Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Pescara volte alla tutela del patrimonio ambientale, che hanno riguardato, in particolare, l'interno del territorio che si
trova a ridosso della linea di costa.
L'area si trova tra Paglieta e Mozzagrogna.
Le indagini sono partite per la continua attivita' di inquinamento lungo la valle del fiume Sangro e lungo l'argine sinistro.
E'qui che e' stata accertata la presenza di una vasca dalle dimensioni di circa 2000 metri quadrati contenenti 5000 metri cubi di rifiuti liquidi.



L'individuazione dell'area, data la sua posizione geografica, posta al di fuori della normale visuale del comune cittadino, e' stata resa possibile grazie al mezzo aereo. Gli accertamenti eseguiti hanno permesso di stabilire che all'interno della vasca sono stati scaricati e stoccati nel tempo liquami provenienti dalla lavorazione delle olive.
Le indagini svolte dai militari del Comando Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Pescara e dai militari del Reparto Operativo Aeronavale della stessa citta', coordinate e dirette dapprima dal tenente Donato Vito Antresini e in zona delle
operazioni dal capitano Salvatore Valea, si sono concluse con il sequestro preventivo dell'area e della vasca di contenimento dei rifiuti e la denuncia per la violazione della normativa prevista nel Testo Unico dell'Ambiente.

07/11/2007 15.50

LA VASCA DAL SATELLITE



Visualizzazione ingrandita della mappa