Forza Italia, «il parcheggio di via Ciampoli su una scarpata a rischio»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

742

CHIETI. Forza Italia contro il progetto preliminare del parcheggio a più piani di via Ciampoli e ne chiedono il ritiro.
«Il progetto preliminare inserito dalla Giunta Municipale nel Piano Triennale delle opere pubbliche», spiegano i consiglieri Emilia De Matteo, Enrico Rispoli e Alessandro Bevilacqua, «non presenta i requisiti essenziali propri di un progetto preliminare di opere con valore superiore a euro 1.000.000,00: mancano i documenti, pareri e relazioni necessari, in relazione a quanto previsto dal nuovo Codice dei Lavori Pubblici».
L'aspetto più inquietante è la posizione in cui dovrebbe sorgere il parheggio multipiano. Secondo i consiglieri di Forza Italia «manca l'indagine geologica di fattibilità che, se fosse stata resa, avrebbe evidenziato come l'opera in questione, così come indicata nel progetto preliminare, è posizionata su un terreno a scarpata morfologica che, secondo quanto previsto dall'art. 20 delle norme del Piano Assetto Idrogeologico approvato con delibera di Giunta Regionale n. 1386 del 29/12/2004, ne impedisce la edificazione».
Un aspetto non proprio secondario che evidenzia il pericolo di un progetto come questo, sorto senza nemmeno tutti gli studi.
«Per grave motivo di merito e di opportunità», continuano i consiglieri, «l'opera non è consentibile e quindi non potrà essere realizzata nel rispetto dei vincoli previsti dal PAI; e, comunque, se mai dovesse essere forzatamente autorizzata nella localizzazione individuata dalla Giunta Comunale comporterebbe oneri e spese di gran lunga superiori a quelli prevedibili se fosse ubicata su una idonea area consolidata dal punto di vista idrogeologico».
I consiglieri chiedono il ritiro del progetto preliminare del parcheggio «al fine di riproporlo individuando una nuova area idonea e che di fatto ne consenta la realizzazione».
06/11/2007 13.21