Ater, nuovi soldi per la ristrutturazione e la ricostruzione degli alloggi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

964

PESCARA. Serve solo compilare una scheda per richiedere il finanziamento di circa 18.500.000 di euro finalizzato alla ristrutturazione di appartamenti sfitti, di case occupate da ristrutturare, di fabbricati non recuperabili da demolire per ricostruire alloggi di nuova costruzione.
E' solo una delle iniziative dall'Ater di Pescara in materia di tutela e salvaguardia del suo patrimonio immobiliare. Il Consiglio di amministrazione dell'azienda territoriale per l'edilizia residenziale di Pescara, presieduto da Giorgio De Luca, raccogliendo le indicazioni del disegno di Legge 159/2007 con il quale il Governo ha stanziato 555.000.00 € per l'edilizia popolare, ha predisposto un modulo, semplice strumento di rilevazione e richiesta per accedere facilmente ai fondi messi a disposizione dal Ministero competente.
Gli interventi sono spendibili solo nella Città capoluogo e nei Comuni di Spoltore e Montesilvano perché individuati come città ad alta tensione abitativa.
Oltre le ristrutturazioni per un importo di circa 2.600.000 € su tutto il territorio delle tre Comuni individuati, altri tratti salienti delle schede progettuali prevedono la demolizione e la ricostruzione di alloggi in via Rigopiano per circa 7.600.000 €, la costruzione di nuovi edifici in via San Francesco per un 1.700.000 €, in via Pepe per 1.600.000 €, in via Valle di Rosa per 1.600.000 €, in via Canova per 2.700.000, e di quattro alloggi in Borgo Marino Nord per un importo di circa 530.000 € nel Comune di Pescara.
La scheda è stata inviata dalla Regione Abruzzo a cui spetta il compito di raccogliere le esigenze abitative di tutto il territorio regionale e di trasmetterle, in un piano di riparto, al Ministero.
Si tratta di un primo stanziamento per l'edilizia pubblica dopo molti anni.
«La speranza», confessa il presidente dell'Ater di Pescara, Giorgio De Luca, «è che sia solo il primo di un'interminabile lista di interventi a sostegno dell'edilizia residenziale territoriale. La nostra azienda, grazie anche all'attento ed oculato lavoro garantito dal suo consiglio di amministrazione, é pronto, con progetti e strutture, a
dare risposte concrete e valide al nostro territorio in
brevissimo tempo».

29/10/2007 9.34