Giochi del Mediterraneo, Stadio Adriatico, «vogliamo l'esatto cronoprogramma»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1659

Giochi del Mediterraneo, Stadio Adriatico, «vogliamo l'esatto cronoprogramma»
PESCARA. E' stata convocata per martedì prossimo, 30 ottobre, alle ore 12, la seduta congiunta delle Commissioni Consiliari Permanenti Sport e Lavori Pubblici/Infrastrutture del Comune di Pescara per discutere del mancato inizio dei lavori di riqualificazione dello stadio Adriatico in vista dei Giochi del Mediterraneo in programma tra un anno e mezzo nel capoluogo adriatico. ARRIVANO I SOLDI: FONTANA:«A PESCARA 10 MILIONI»
Lo ha reso noto il consigliere comunale di Alleanza Nazionale Luigi Albore Mascia, vicepresidente del Consiglio, che ha richiesto tale seduta.
Pochi giorni fa lo stesso Albore Mascia ha lanciato un grido d'allarme in merito al ritardo dei lavori di risanamento dell'impianto di calcio, destinato a ospitare, oltre alle gare, anche la cerimonia di apertura e chiusura dei Giochi.
«Pensavamo a un problema sorto nella fase di consegna del cantiere alla ditta che, secondo i tempi preannunciati dall'amministrazione comunale, si era aggiudicata l'opera. E invece nel corso dell'ultima seduta della Commissione Lavori pubblici, è saltata fuori l'ennesima sorpresa: sembra infatti che la gara non sia ancora stata completata e che solo il prossimo 29 ottobre scadranno i termini per la presentazione delle offerte».
Il che significa che poi si dovranno aprire le buste, si dovrà procedere all'assegnazione dell'incarico, poi ci saranno altre due settimane per la redazione del verbale d'appalto e per il completamento della procedura.
Albore Mascia traduce: «altro ritardo si aggiungerà a quello già accumulato sino ad oggi e i lavori, se tutto andrà bene, non cominceranno prima della fine dell'anno». Alla seduta congiunta delle Commissioni convocata per martedì prossimo parteciperanno anche dirigenti e funzionari dell'ufficio tecnico comunale, «ai quali, a questo punto – ha proseguito il consigliere Albore Mascia – chiederemo l'esatto cronoprogramma dei lavori, sul cui rispetto vigileremo con verifiche costanti. Il dramma è che tutto questo viene fuori proprio mentre a Pescara, ironia della sorte, si è riunito il Comitato Internazionale dei Giochi del Mediterraneo che oggi si ritrova a fare un viaggio a vuoto. Venerdì gli ispettori dovranno infatti visitare il Villaggio dei Giochi, che non esiste ancora, e poi lo stadio Adriatico, dove, ugualmente, non c'è nulla da fargli vedere, se non forse, qualche cartellone o disegno del futuro ipotetico progetto».
Il consigliere Albore Mascia ha espresso preoccupazione «per l'evidente rischio di vederci sottratti i Giochi: se gli ispettori si dovessero rendere conto dell'impreparazione di Pescara ad ospitare la prestigiosa manifestazione sportiva, se dovessero capire che per ora i Giochi sono solo uno scatolone vuoto, c'è il grosso pericolo che esprimano un parere negativo e decidano all'ultimo minuto di spostare l'iniziativa altrove».

24/10/2007 15.05

ARRIVANO I SOLDI: FONTANA:«A PESCARA 10 MILIONI»

E' arrivata oggi la lettera inviata in data odierna dal Commissario Delegato ai Giochi del Mediterraneo, Gaetano Fontana, al Sindaco Luciano D'Alfonso, al Sottosegretario di Stato allo Sport, Giovanni Lolli, e al Presidente del Comitato Organizzatore dei Giochi, Sabatino Aracu, con la quale viene ufficializzata l'assegnazione al Comune di Pescara del finanziamento di 10.000.000 di euro stanziato dal Consiglio dei Ministri per i XVI Giochi del Mediterraneo.
«Come da programma», spiega una nota del comune, «i fondi saranno utilizzati per finanziare la progettazione esecutiva e la messa in opera dell'importante intervento di ristrutturazione e riqualificazione dello Stadio Adriatico. Al riguardo si ricorda che il bando di gara relativo a tale intervento fissa il termine ultimo per la presentazione delle offerte a lunedì 29 ottobre, mentre il 31 ottobre si insedierà la Commissione giudicatrice e si svolgerà la prima seduta pubblica per l'esame delle offerte pervenute. L'intervento, dunque, sarà aggiudicato nel mese di novembre ed avviato speditamente da parte della ditta aggiudicataria».

24/10/2007 17.07