Verso una legge regionale su alberghi diffusi ed ecovillaggi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1506

ABRUZZO. Da Anversa degli Abruzzi nasce la sfida per un modo nuovo di fare turismo in regione. Sabato 20 ottobre tavola rotonda promossa da Wwf, Riserva Regionale delle Gole del Sagittario e Comune di Anversa degli Abruzzi
Un turismo di qualità e sostenibile, che vivacizzi i centri storici dei piccoli centri, collegato alla fruizione rispettosa della Natura, sarà al centro dell'attenzione di un'iniziativa promossa dal WWF, dal Comune di Anversa degli Abruzzi e dall'Oasi WWF delle Gole del Sagittario.
Sabato prossimo amministratori locali e regionali, operatori del settore, ambientalisti, consiglieri regionali, professori universitari e tecnici discuteranno attorno al tema “Verso una legge regionale sugli alberghi diffusi e sugli ecovillaggi”, per capire se esiste lo spazio per introdurre una norma regionale su un settore turistico in fortissima crescita in Europa e su cui diversi centri abruzzesi stanno puntando.
«Anversa degli Abruzzi è uno dei centri regionali che sta cercando di attivare un albergo diffuso nel paese», ha spiegato il sindaco di Anversa Gianni Di Cesare, «attraverso un percorso partecipativo che vede coinvolti tutti gli operatori turistici presenti, il WWF e la Riserva Regionale. Vogliamo confrontarci con altri soggetti che stanno percorrendo lo stesso cammino anche per arrivare ad una normativa che disciplini il settore, sia per sostenere questi progetti sia per garantire il turista rispetto ad un'offerta che deve avere delle regole precise».
La Regione Friuli Venezia Giulia e la Sardegna hanno già affrontato questo problema e l'Abruzzo potrebbe seguire questi esempi per offrire al turista una nuova opportunità.
«Il turismo e, soprattutto, l'ecoturismo», ha sottolineato Augusto De Sanctis, coordinatore delle Oasi del Wwf, «può essere un fattore importante nell'economia delle aree marginali ma è necessario valutarne la sostenibilità anche in termini ambientali. Ad esempio, in un momento di crisi idrica, l'afflusso di centinaia di turisti in un piccolo centro può comportare una vera e propria emergenza, visto che ogni persona consuma al giorno in Abruzzo circa 300 litri di acqua potabile». Per questo si spera in una regolamentazione regionale che favorisca la nascita degli ecovillaggi e degli alberghi diffusi.
Interverranno al dibattito di sabato Gianni Di Cesare, sindaco di Anversa degli Abruzzi, Enrico Paolini, assessore Regionale al Turismo, Michele Fina, assessore all'ambiente Provincia L'Aquila, Gianni Melilla, consigliere regionale, Giorgio De Matteis, consigliere regionale, Augusto De Sanctis, coordinatore Oasi WWF Abruzzo, Romeo Battistelli, presidente Legacoop Abruzzo, Maurizio Davolio, responsabile Legacoop Nazionale per il Turismo, Piero Rovigatti, docente di urbanistica Univ. D'Annunzio, Pescara. Modera: Filomena Ricci, direttore Riserva Naturale Gole Del Sagittario.
18/10/2007 10.41