Piastrelliamo l'Abruzzo parte seconda

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4620

LA PROVOCAZIONE /2. Lo aveva annunciato a PrimaDaNoi.it e lo ha fatto veramente. Di "Piastrelliamo l'Abruzzo" c'è anche una seconda puntata. 3 minuti e 49 secondi messi on line oggi, dal tono leggermente differente. Resta la provocazione, il gusto goliardico, la ripresa amatoriale del dj di Radio 105, Fabio Alisei. GUARDA IL VIDEO


LA PROVOCAZIONE /2. Lo aveva annunciato a PrimaDaNoi.it e lo ha fatto veramente. Di "Piastrelliamo l'Abruzzo" c'è anche una seconda puntata. 3 minuti e 49 secondi messi on line oggi, dal tono leggermente differente. Resta la provocazione, il gusto goliardico, la ripresa amatoriale del dj di Radio 105, Fabio Alisei.



GUARDA IL VIDEO

Il dj dello Zoo di 105 è costretto senza mezzi termini a dichiarare che il suo exploit era semplicemente uno scherzo, dopo le innumerevoli proteste dei giorni scorsi e le prese di posizione ufficiali (persino le istituzioni si sono scomodate…).
«Avrei capito la reazione arrabbiata», dice nel nuovo filmato, «se avessi detto "cancelliamo l'Abruzzo, bruciamo l'Abruzzo, ma non per una cosa così».
Già, perché gli abruzzesi se la sono presa a male e lui, oggi, non riesce a farsene una ragione: «è assurdo», per il dj, prendere sul serio «una roba fatta per cazzeggiare».
E così cerca di far capire ai suoi ascoltatori che nel suo blog lo hanno offeso, minacciato, attaccato, (in un linguaggio per niente ripetibile), che ci sarebbero ben altri motivi per cui prendersela.

«Tu, abruzzese che ti sei incazzato», dice guardando nella telecamera, «avresti motivi ben più concreti per farlo».
E Alisei confessa di aver fatto una rapida ricerca su Google cercando "scandalo Abruzzo 2007" e la lista uscita fuori è bella lunga: «il villaggio dei giochi del Mediterraneo cresce tra le irregolarità, 400 mila persone senz'acqua la scorsa estate, scandalo Fira il volto peggiore dell'Abruzzo, sesso in cambio di voti…».
Li sciorina uno dopo l'altro, argomenti che i lettori di PrimaDaNoi.it conoscono bene.
Un colpo al cuore, coltellate piccole in cicatrici ancora aperte e ci si chiede se in fin dei conti non abbia ragione.

Dopo aver raggiunto gli oltre mille commenti di insulti al primo giro, questa volta non sembra andare meglio.
«Fai un nuovo post», suggerisce un lettore anonimo, «con il titolo
"non piastrelliamo l'Abruzzo e azioniamo il cervello quando parliamo!»
«Il discorso», scrive invece un certo Antonio, «non è che noi abruzzesi ci siamo arrabbiati del fatto che un pirla come te voleva piastrellare la nostra regione ma la cosa che ci ha fatto arrabbiare è che un demente come te si permetta di sparlare della nostra regione e
nel calderone insieme a te metto anche tutti quelli che in questo blog
ti difendono».
Di difese in realtà si possono contare sulle dita di una mano.
L'umorismo, a quanto pare, non è una prerogativa dell'Abruzzo: «Grande Fabio», scrive un estimatore, «sono di Pescara e sono con te…ripiastrelliamo tuttooo». E Simone aggiunge: «Grande! Io da abruzzese sono disgustato per l'atteggiamento degli altri abruzzesi».
Che sia il caso di mettere su questa storia una bella… piastrella sopra?

Alessandra Lotti 16/10/2007 16.57

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=11897]LA PRIMA PROVOCAZIONE[/url]