Vendemmia 2007, «la più scarsa degli ultimi 60 anni»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

633

Vendemmia 2007, «la più scarsa degli ultimi 60 anni»
In Abruzzo il Montepulciano, base dell'omonima denominazione di origine, è attestato su incrementi compresi tra il 25 ed il 40%. In Sicilia si registrano lievitazioni di prezzi all'ingrosso tra il 20 e il 35% per Nero d'Avola e Chardonnay.
Secondo Assoenologi, la vendemmia 2007 sarà ricordata al Nord tra le più anticipate degli ultimi 70 anni: le operazioni di raccolta sono cominciate in alcune zone nella prima decade di agosto. Il decremento produttivo ha le sue massime punte nel Sud e in particolare in Sicilia (fino al -55%). Per trovare una vendemmia inferiore bisogna tornare al 1948.
Sul fronte qualitativo, l'andamento climatico bizzarro che ha caratterizzato tutto il ciclo vegetativo ha portato, tra alti e bassi, a una qualita' eterogenea ma complessivamente assai interessante per le varietà precoci.
Al Nord i rossi risultano ai massimi livelli, mentre al Sud i vini presentano parametri assai interessanti. Il fronte dei prezzi mostra che le contrattazioni delle uve e dei vini all'ingrosso sono caratterizzate da un generale rialzo, con punte di maggior interesse per quei vini particolarmente richiesti dal mercato.
Mediamente si registrano aumenti compresi tra il 5 e il 35% al Nord e al Centro, mentre al Sud dal 5 al 25%. Al Nord rialzi riguardano particolarmente le tipologie piu' quotate come Pinot grigio e Prosecco.
15/10/2007 9.00