Fondo Valle Treste, 3 mln di euro per completare l’opera

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1166

VASTO. Incontro ieri mattina, presso la sede della Comunità montana di Gissi, tra l’amministrazione provinciale di Chieti, rappresentata dal presidente, Tommaso Coletti e l’assessore alla viabilità Antonio Tamburino, con 11 sindaci ed i rappresentanti delle comunità dell’alto e medio vastese, per verificare lo stato di attuazione ed anche quanto è ancora da realizzare in materia di strade.


L'argomento principe è stato la Fondo Valle Treste, i cui lavori sono stati completati fino al terzo lotto ed è in via di realizzazione il quarto che comprende il tratto da S. Buono a Furci, per una spesa di 2.040.000 euro, ottenuti attraverso la rimodulazione del patto territoriale concesso dal Ministero. Per il quinto ed il sesto lotto, sia il presidente Coletti che l'assessore Tamburrino, hanno potuto dare buone notizie, spiegando che sarà realizzato attraverso un finanziamento della Regione Abruzzo che l'ha inserito all'interno del proprio piano triennale. Il costo è di 3 milioni di euro. A conclusione, questa importante arteria, da tempo agognata dai residenti e dai locali amministratori, sarà una strada con caratteristiche C2, ovvero con una carreggiata di m. 6,50 e le banchine di m.1,50 ciascuna. “Se la regione rispetterà gli accordi, ha detto il Presidente Coletti, entro il 2008 si appalteranno il V ed il VI lotto”.
Ma i problemi della viabilità del vastese non si esauriscono con i lavori per la Fondo Valle Treste. Infatti altri interventi sono stati programmati per la Fondo Valle Sinello e la Fondo Valle Cena, che stando al progetto realizzato dall'assessorato alla Viabilità della Provincia, dovrebbero riallacciarsi alla Treste creando così un unico asse viario di notevoli dimensioni, con una percorrenza più sicura e veloce, collegando tra loro le due vallate.
Questi i progetti più consistenti per il territorio del vastese, ma ne esiste un'altra lunga serie, che comporta minori risorse finanziarie, ma che ha comunque una notevole valenza come la Buonanotte – S. Salvo; Cupello – Vasto, Casalanguida – Atessa; Fresagrandinaria – Carunchio; Torrebruna – Celenza sul Trigno; Castiglione – Schiavi d'Abruzzo – Casalanguida.
Inoltre, l'Assessore Tamburino, ha affermato che sempre nel piano triennale della regione Abruzzo è stato inserito il percorso della strada provinciale Schiavi d'Abruzzo “Templi Italici”, all'interno di un disegni paesaggistico ed archeologico che si rivelerebbe utile strumento turistico e di conseguenza di crescita economica.
Quasi conclusa, ha assicurato Coletti, anche il completamento della strada di Villalfonsina e la variante di Casalbordino.

13/10/2007 11.24