An contro Cialente, «traffico in tilt, urgono risposte»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1250

L’AQUILA. «A più di cento giorni dall’insediamento della giunta di centro sinistra i problemi della città, che a detta del sindaco Cialente sarebbero stati risolti in breve tempo, continuano a persistere,anzi si aggravano». E’ quanto contestano Carla Mannetti e Marco Zappavigna, rispettivamente presidente e componente del direttivo del Circolo di AN Progetto L’Aquila.

«La situazione del traffico è diventata insostenibile», hanno dichiarato Mannetti e Zappavigna. «La zona Ovest della città sembra il raccordo anulare di Roma nelle ore di punta. I problemi legati a Piazza D'Armi e Viale Corrado IV ancora non sono stati risolti. La zona di Villa Gioia è letteralmente intasata dalle macchine, per non parlare del polo scolastico di Colle Sapone, dove gli ingorghi di auto sono all'ordine del giorno. Inoltre la vigilanza nei pressi dei poli scolastici è pari allo zero». La giunta Cialente, secondo i due esponenti di Alleanza Nazionale «naviga a vista anzi non si pone neanche il problema, come se non vivesse in questa città e non si rendesse conto dei problemi che affliggono i cittadini».
Per questo il partito di centrodestra chiede delle risposte all'amministrazione comunale: «per risolvere il problema del problema traffico, soprattutto nelle zone dove si trovano le scuole, dove nelle ore di punta si vivono momenti di panico. Cosa vuole fare il sindaco Cialente per snellire la circolazione degli autoveicoli, per razionalizzare l' utilizzo dei mezzi pubblici, per risolvere una volta per tutte le questioni legate al traffico, inquinamento e sicurezza dei pedoni.? Ad oggi il silenzio è sovrano»

13/10/2007 11.17