Camere di Commercio, dal 15 la settimana della conciliazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

839

TERAMO. Al via, dal 15 al 20 ottobre 2007, la Settimana nazionale della Conciliazione. Anche la Camera di Commercio di Teramo, come tutti gli enti camerali d’Italia, sarà impegnata nel corso della prossima settimana a promuovere il servizio della conciliazione, uno strumento appositamente studiato a sostegno delle imprese e dei consumatori.
La conciliazione infatti è una procedura di risoluzione delle controversie in base alla quale una terza persona imparziale, il conciliatore, assiste le parti in conflitto guidando la loro negoziazione e orientandole verso la ricerca di accordi reciprocamente soddisfacenti. L'iniziativa, che ormai è giunta alla sua quarta edizione, è nata con l'obiettivo e l'intento di far conoscere la conciliazione extragiudiziale, quale strumento idoneo a risolvere in modo celere, efficace e poco costoso i conflitti civili e commerciali che sorgono tra imprese ed imprese e consumatori.
«Il messaggio che si vuole trasmettere alle aziende – afferma il presidente dell'ente camerale teramano, Giustino Di Carlantonio – è che la conciliazione costituisce una risorsa economica di primaria importanza per il sistema imprenditoriale». «Essa infatti – prosegue Di Carlantonio - aiuta a superare i momenti di conflitto in modo facile, rapido e conveniente, evitando di percorrere la tradizionale strada della giustizia lunga e costosa. Soprattutto consente, nella maggioranza dei casi, di recuperare e conservare il rapporto commerciale, altrimenti compromesso dalla lite».
Nella conciliazione non ci sono vincitori e vinti, ma solo una soluzione della controversia a cui le parti giungono spontaneamente, con l'ausilio del conciliatore. La Camera di commercio di Teramo è dotata di un proprio elenco di ventotto conciliatori scelti tra professionisti che hanno frequentato un apposito corso di formazione e tra i quali le parti che hanno una controversia in atto potranno concordemente individuare la persona a cui affidare la gestione del loro tentativo di conciliazione. Diversamente, sarà il Consiglio della Camera di Conciliazione ed Arbitrato a nominare il conciliatore nella persona che riterrà più idonea. Presso l'ente camerale teramano, inoltre, è attivo lo Sportello di conciliazione che si occupa di gestire le procedure di conciliazione, informare ed assistere l'utenza, organizzare convegni, seminari, incontri e corsi di formazione, promuovere la stipula di protocolli d'intesa con enti, associazioni, ordini professionali, al fine di diffondere lo strumento della conciliazione.

12/10/2007 11.00