Bilancio Capitaneria Pescara : «più controlli e meno incidenti»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

665

PESCARA. Più controlli e meno incidenti. E' il bilancio dell'operazione di prevenzione e salvaguardia, "Mare sicuro" 2007, della capitaneria di porto di Pescara. I dati relativi al compartimento marittimo di Pescara sono stati illustrati alla stampa, ieri mattina, dal comandante, Antonio Basile.
Il comandante Antonio Basile si è detto particolarmente soddisfatto della stagione estiva «anche se - ha precisato- era partita con una certa conflittualità . Come è noto – ha spiegato - quest'anno ci sono state delle modifiche nell'ordinanza balenare, soprattutto, nella parte relativa al servizio». Commentando i dati Basile ha poi aggiunto «balza agli occhi l'incremento notevolissimo dell'attività di vigilanza. Il conforto per questo sforzo ci viene – ha proseguito - non dal numero di verbali elevati, ma dalla diminuzione degli incidenti».
Il comandante ha tenuto poi a sottolineare la collaborazione con le diverse associazioni di volontariato, come ad esempio quella con la scuola cani salvataggio, e con la polizia municipale. Basile ha messo in evidenza anche l'attività di controllo sulla filiera della pesca volta alla tutela della salute dei cittadini.
In particolare, nel periodo giugno - settembre 2007, sono stati effettuati 19.121 controlli, 9.750 nel 2006. Sono 66 invece le persone a cui è stata prestata assistenza, nel 2006 135.
Mentre sono 28 i mezzi navali a cui è stato prestato soccorso, 82 nel 2006. Le miglia percorse per attività operativa sono 16.919, lo scorso anno 9.498. Le miglia percorse per soccorso sono 1.345, nel 2006 1.546.
Nel 2007 il totale delle ore di moto dei mezzi navali ammonta a 1.436, nel 2006 a 1.358. Le infrazioni rilevate sono invece 458 contro le 312 del 2006. L'aumento dei controlli è pari al 96,1%, quello delle infrazioni rilevate al 46,8%. Mentre l'aumento delle miglia percorse per attività operativa è pari al 78,1%, quello delle ore di moto dei mezzi navali al 5,7%.
Nel resoconto finale del comando generale del corpo delle capitanerie di porto, terzo reparto, sono 11 le persone soccorse, 7 soccorse in condizione limite, 10 decedute per malore, 2 decedute per annegamento.
Inoltre sono 26 le unità soccorse, 5.841 i controlli effettuati, 332 i verbali amministrativi elevati e15 le notizie di reato.
Per quanto riguarda poi le infrazioni rilevate in mare sul diporto nautico si contano 688 controlli, 51 infrazioni, 512 controlli sul rispetto dell'ordinanza balneare, 7 infrazioni. Il totale nel compartimento marittimo di Pescara è pari a 35.487 euro.
Per quanto riguarda i controlli in questo settore nel territorio della direzione marittima (Abruzzo - Molise), dal 1 gennaio 2007, sono stati effettuati 4.351 controlli ai punti di sbarco, 379 alle pescherie, 87 ai mercati ittici e 249 ai punti di ristorazione. Mentre nel trimestre giugno-settembre sono stati sequestrati 515 kg di prodotti ittici e sono stati elevati processi verbali per un totale di 11.470 euro. Per quanto riguarda poi i controlli ambientali si contano 577 interventi per prevenzione antinquinamento e 258 per la tutela ambientale.
Infine il terzo nucleo aereo della Guardia costiera di Pescara, durante la stagione estiva ha effettuato 441 ore di volo, 7 missioni di soccorso, 61 di tutela ambientale/ riserve marine, 45 di vigilanza pesca. Il comandante del nucleo aereo, Rosario Capodicasa, ha detto che lo stato del mare e della costa è buono «abbiamo riscontrato - ha precisato – solo qualche striscia inquinata».

06/10/2007 9.07