Istituto nostra signora, 75 anni di missione educativa a Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1089

PESCARA. Venerdì 5 ottobre al Museo delle Genti d'Abruzzo un convegno e una mostra per festeggiare l'anniversario. La preside Madre Guardiani: «Questa scuola è un patrimonio dell'intera città»
Da settantacinque anni è uno degli istituti più autorevoli del panorama educativo di Pescara, gestito da una congregazione che da ben quattro secoli porta avanti con coraggio e dedizione la propria
missione: educare.
Per festeggiare queste importanti ricorrenze, l'Istituto Nostra Signora ha organizzato due eventi per venerdì 5 ottobre. Alle 17.30, presso l'auditorium "L. Petruzzi" del Museo delle Genti d'Abruzzo, si terrà il convegno "Istituto Nostra Signora: 400 anni di missione educativa nel mondo, 75 anni di presenza a Pescara", al quale parteciperanno Madre Gabriella Ospici, superiora provinciale della Compagnia di Maria, il professor Vincenzo Centorame, docente di Filosofia e Storia presso il Liceo classico "G. D'Annunzio" di Pescara, e il professor Rosario Mazzeo, dirigente della scuola secondaria di I grado "L'aurora" di Cernusco sul Naviglio (Mi). A seguire sarà inaugurata sempre al museo la mostra didattica "Giovanna de Lestonnac. Una vita per educare, l'educazione per la vita", interamente realizzata da docenti e studenti dell'istituto:
l'esposizione in seguito sarà visitabile nei locali dell'istituto in via D'Annunzio 218.
«Il convegno e la mostra – spiega Madre Candida Guardiani, preside di Nostra Signora – si inseriscono tra gli eventi conclusivi delle celebrazioni per il 400esimo anniversario della fondazione della congregazione, nata nel 1607 a Bordeaux per iniziativa di Santa Giovanna de Lestonnac, che rivolse il metodo educativo inaugurato dai Gesuiti anche alle donne, intuendo come la formazione della donna fosse fondamento delle future famiglie».
L'istituto Nostra Signora ha iniziato la sua presenza a Pescara nel 1931, quando le suore della congregazione di Maria Nostra Signora furono invitate dall'abate di San Cetteo per dedicarsi all'assistenza di poveri ed orfani. La struttura allora si limitava alla villetta in stile liberty che ancora oggi abbellisce viale D'Annunzio, mentre all'epoca era circondata dalla campagna. L'attività scolastica vera e propria iniziò in seguito, dapprima con l'Istituto magistrale e poi con il Liceo scientifico, che già nel 1940 ottenne il riconoscimento pubblico. Negli anni Sessanta la struttura fu ampliata fino alla configurazione attuale, e l'offerta delle scuole superiori si arricchì con l'apertura dell'Istituto tecnico per Periti aziendali e Corrispondenti in lingue estere, che nel 1992 divenne il primo (e ancor oggi unico) Liceo linguistico europeo d'Abruzzo. A chiusura di questo anno giubilare, che ha visto celebrazioni e festeggiamenti in tutto il mondo, abbiamo voluto questi due eventi, certi della grande valenza della nostra opera non solo sul piano educativo e culturale, ma anche civile e pubblico nel senso più alto del termine.

03/10/2007 9.40