Mare Monti, la Toto spa incassa 4 milioni di euro senza costruire niente

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1806

PENNE. Una strada a scorrimento veloce che dovrebbe facilitare i collegamenti da Penne alla costa verso Montesilvano. E' la cosìddetta "Mare Monti" di cui non si sa più niente, o quasi.
I lavori di adeguamento del tratto fra contrada Blanzano, nel comune di Penne e contrada passo Cordone a Loreto Aprutino sono stati affidati alla Toto spa il 6 aprile 2001 e la riconsegna era prevista per luglio 2004.
L'importo totale dei lavori era stimato in 32 miliardi e 600 milioni di vecchie lire, la direzione dei lavori affidata all'Anas e all'ingegner Paolo Lalli.
Dalla data di "scadenza" sono passati 3 anni eppure la riconsegna dell'opera è ancora molto lontana.
Sin dall'inizio ci sarebbero stati, infatti, ricorsi sull'esproprio dei terreni che non hanno agevolato l'avvio dei lavori.
Questo vuol dire che l'impresa, a parte il
cartello che è ancora presente, non ha mai potuto avviare i lavori, nemmeno una baracca, una pala meccanica, niente di niente.
E oltre al danno ci sarebbe anche la beffa, perché la Toto spa si sarebbe fatta già liquidare 4 milioni di euro a titolo di penale per il mancato avvio dei lavori.
All'esproprio, infatti, avrebbe dovuto provvedere la Provincia di Pescare ed è ovvio che l'azienda adesso stia cercando di tutelare i suoi affari.
Ma così facendo potrebbe finire che a furia di penali la ditta riesca a mangiarsi quello che resta dei 16 milioni di euro senza aver mai realizzato un muretto di cemento.
L'appalto fu assegnato all'impresa quando Luciano D'Alfonso era presidente della Provincia e adesso toccherebbe all'amministrazione De Dominicis sbrogliare la matassa prima che sia troppo tardi.
Cosa fare dei 12 milioni di euro rimasti? C'è chi propone di dirottarli sulla realizzazione di una strada lungofiume Saline parallela alla via Vestina, collegata con l'uscita della circonvallazione dietro al cimitero di Montesilvano che vada ad alleggerire il traffico caotico che sta avvelenando la vita di noi residenti.
I benefici sarebbero notevoli perchè tutto il traffico da e per Pescara proveniente dall'area Vestina ( Cappelle, Collecorvino, Loreto Aprutino, Penne) verrebbe a scaricarsi su questa nuova arteria.


24/09/2007 9.34