Poggiofiorito, un emigrante sarà sindaco per tre giorni

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

664



POGGIOFIORITO. Un emigrante sarà per tre giorni «sindaco» di Poggiofiorito: l'idea è del primo cittadino in carica, Corino Di Girolamo, il quale affiderà la fascia tricolore a un cittadino originario di Poggiofiorito (Chieti), ma residente all'estero, che sarà eletto questa sera – giovedì 20 settembre – dal Consiglio comunale (ore 20.45).
Il neo «sindaco» sarà scelto tra i tantissimi cittadini che stanno tornando in questi giorni in paese da Australia, Argentina, Stati Uniti d'America, Francia, Inghilterra, Svizzera, Germania e da altre nazioni per partecipare alla prima «Festa dell'emigrante» promossa dall'amministrazione comunale.
«Il sindaco che andremo a eleggere – spiega Di Girolamo – avrà tutti i poteri del primo cittadino e rappresenterà l'intera cittadinanza durante i festeggiamenti. Sarà lui a deporre, sabato mattina, una corona d'alloro al monumento ai caduti, oltre a rappresentarci con la fascia alla processione in onore di San Matteo Apostolo».
La «festa grande» è prevista per domenica mattina, dalle ore 10, con l'apposizione - alla chiesa di Sant'Anna, in contrada Martorella - di una targa in ricordo di Rocco Del Zoppo, uno dei maggiori imprenditori edili di Boston il quale donò i fondi per costruire la chiesa.
Parteciperanno alla cerimonia i figli e nipoti di Del Zoppo, tornati appositamente da Boston. Alle 10.50 ci si recherà in corteo da piazza della Vittoria al Parco giochi, all'interno del quale sarà inaugurato il monumento all'emigrante. La Santa Messa sarà celebrata dal vescovo di Lanciano-Ortona, Carlo Ghidelli.
Al termine gli emigranti saranno ospiti dell'amministrazione comunale di Poggiofiorito presso il ristorante Altamira di Orsogna.

20/09/2007 8.11