Verì (Fi): «continua il degrado di via Spaventa»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

753

PESCARA. Marciapiedi dissestati, lampioni rotti, spenti e, soprattutto, rifiuti, tanti, in ogni punto della strada. «E' allarme rosso per il degrado di via Spaventa, a Porta Nuova». Lo ha lanciato, di nuovo, la capogruppo di Forza Italia al Comune di Pescara Nicoletta Verì.
«Parlo di una strada che conosco bene – ha detto la Verì – e che ogni giorno, non guidando, percorro a piedi, costretta a fare una vera gimcana tra i rifiuti, materassi, vecchie lavatrici o televisori guasti abbandonati a terra, ad ogni angolo. Colpa, senza dubbio, dell'inciviltà dei cittadini, ma dalla quantità del pattume abbandonato e, soprattutto, dei giorni in cui quel pattume continua a persistere sui marciapiedi è evidente la carenza del servizio di raccolta dei rifiuti ingombranti affidato al Comune e alla Siap».
E su via Spaventa non ci sono solo lavatrici e lavastoviglie da buttare, ma anche normali buste del pattume organico «lasciate a terra perché i cassonetti sono troppo pieni e non vengono svuotati quotidianamente».
Uno stato di degrado e di emergenza igienico-sanitaria che si aggiunge, come ha denunciato la Verì già mesi fa, a «marciapiedi dissestati, radici degli alberi che spuntano ovunque, trappole per i pedoni, e alla pubblica illuminazione ormai inesistente: quasi tutti i lampioni sono rotti e spenti, lasciando al buio l'arteria. Un problema che si farà ancora più urgente nelle prossime settimane, con l'arrivo dell'autunno».
Lo scorso inverno, in occasione dell'approvazione del bilancio, la Verì propose «un emendamento per stornare 400 mila euro da destinare alla riqualificazione di via Spaventa, con il rifacimento di marciapiedi, pubblica illuminazione e rete fognante».
L'emendamento è stato approvato dal Consiglio comunale, ma a mesi di distanza «non si vede la realizzazione di tale intervento. Peggio: non abbiamo neanche visto l'eventuale progetto. A questo punto non si può più aspettare – ha ribadito la capogruppo Verì -: questa strada deve assumere priorità assoluta per l'amministrazione. Ricordo tra l'altro che decine di persone sono cadute nella strada provocandosi danni, cittadini che giustamente hanno ora fatto richiesta di risarcimento al Comune che si troverà a sborsare somme ingenti».


15/09/2007 10.30