Silvi. Sulla Nazionale un cantiere aperto non segnalato nonostante i reclami

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1063

Silvi. Sulla Nazionale un cantiere aperto non segnalato nonostante i reclami
SILVI. Dopo la nostra segnalazione a tempo di record arriva una "mezza soluzione" che risolve solo parzialmente il problema della sicurezza su quella strada.
SILVI. Come finire in un cantiere aperto, non segnalato, e imboccare una strada che non porta da nessuna parte? Basta percorrere la statale 16 all'altezza dell'Expò 2000. Comune di Silvi.
La segnalazione arriva da un nostro lettore, che dopo aver chiesto ai vigili urbani e all'ufficio tecnico comunale di segnalare il pericolo stamattina ha notato che non c'era ancora nessun cartello.
Da giorni la situazione appare pericolosa ed incredibilmente abbandonata. Mentre macchine di persone ignare continuano ad imboccare la strada del cantiere.
«Più volte al giorno percorro la strada che dall'Iper di Città Sant'Angelo termina prima della rotatoria in costruzione», racconta il nostro lettore.
«In questo punto l'automobilista diretto a Silvi o verso sud si trova nella condizione di decidere se prendere la strada subito a destra o l'altra che passa più a centro. A chi è diretto verso sud viene naturale imboccare la strada più a destra. La percorre per una decina di metri e, con grande rabbia e sconcerto, si rende conto che sta transitando su di un cantiere aperto».
Sulla strada si incrocia un po' di tutto: «materiale tipico di cantiere depositato qua e là come, ad esempio, una rete metallica elettrosaldata».
Ma c'è di più: «la strada in questione è anche cieca perchè termina contro un cordolo di cemento. E' incredibile come in questo cantiere stradale, aperto almeno da un paio di mesi, nessuno
provveda a posizionare la segnaletica prevista dal codice della strada. Forse si aspetta prima l'incidente e poi si provvede».
Ma se di giorno il problema appare più una scocciatura per chi incappa nel vicolo cieco ed ex cantiere, di notte il problema assume una importanza notevole. Si sa che in quel tratto la velocità aumenta ma anche a voler rispettare i limiti, di notte, quel cantiere è un vero pericolo per tutti.
Considerata la pericolosità della situazione lunedì mattina il lettore ha segnalato, telefonicamente, la cosa alla Polizia Municipale di Silvi.
«Una agente, alla quale ho lasciato le mie generalità, mi ha detto che avrebbe provveduto a far mettere in sicurezza il cantiere. Visto che non era successo nulla mercoledì (12) ho telefonato
all'Ufficio Tecnico del Comune di Silvi e ho spiegato la cosa ad una impiegata».
Da ultimo, ieri pomeriggio ha fatto la stessa segnalazione anche ai Carabinieri di Silvi che hanno risposto che avrebbero provveduto a sollecitare a chi di dovere la risoluzione della
problematica.
Questa mattina, però «il cantiere era ancora non segnalato e qualche macchina continua ancora ad imboccare la strada chiusa. Di notte la situazione è ancora più pericolosa a causa della mancanza di
illuminazione nella zona e delle buche presenti».
Quando si dice che le istituzioni sono attente e solerti…

14/09/2007 10.55



MEZZA SOLUZIONE “A TEMPO DI RECORD”

Alla fine qualcuno si è dato una mossa. Così dopo il nostro articolo sono apparsi ben 4 (!) barriere di plastica bicolori che impediscono l'accesso alla strada di cantiere non segnalata e pe rdi più cieca.
Rimane la carenza di tutta una serie di indicazioni che avvertono del cantiere nei pressi dell'Expò 2000.
Soprattutto rimane il problema delle ore notturne poiché nessuna segnalazione luminosa è stata posizionata.
Una cosa alla volta per carità.

17/09/2007 11.07