Cialente: «Nessun pericolo di inquinamento elettromagnetico per la scuola»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

992

L’AQUILA. «La scuola elementare di via Moscardelli dell’Aquila è sicura e il campo elettromagnetico prodotto dai cavi dell’alta tensione non genera pericolo per alunni, insegnanti e personale». E’ il sindaco Massimo Cialente in persona a rassicurare genitori e alunni dopo le proteste e le apprensioni dei giorni scorsi. Nessun pericolo dunque.
«Teniamo a precisare questo concetto – peraltro fondato su verifiche ben precise e documentate, condotte dall'Arta – per fugare ogni allarmismo che potrebbe essere stato prodotto dalle dichiarazioni di alcune famiglie dei bambini della scuola di Santa Barbara, alle quali (non potendosi svolgere, per ragioni di forza maggiore, le lezioni nei locali di uno degli edifici) erano per l'appunto state proposte, come alternativa, delle aule dell'immobile di via Moscardelli», ha spiegato l'assessore Roberto Celi.
Ma sarebbe già stato avviato un iter per risolvere il problema, iter «ereditato dal passato» che risolve un problema «creato non da questa amministrazione».
«Se tale soluzione soddisfa le famiglie, la Municipalità non si opporrà di sicuro. Ma non si adducano motivazioni infondate per rifiutare una proposta», ha detto Cialente.
Resta prioritario dunque per l'amministrazione rassicurare i genitori dei bambini e gli operatori scolastici dell'edificio di via Moscardelli, anche ieri, sottoposto a severi controlli da parte dell'Arta – su richiesta del Comune – per la rilevazione dei campi elettromagnetici.
I valori emersi sono tutti ampiamente al di sotto della soglia minima prevista dalla legge.
Pertanto tale scuola, peraltro frequentata anche dai figli di amministratori, «non è soggetta ad alcun pericolo, è sicura sotto tutti i punti di vista e al suo interno le lezioni e le attività didattiche in generale possono essere svolte senza alcun problema».
Parola di sindaco e assessore.

14/09/2007 8.55


Visualizzazione ingrandita della mappa