Unione degli Universitari contro Arpa: «risolvere i problemi una volta per tutte

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1060

ABRUZZO. L'Unione degli Universitari si preparano ad un nuovo anno di contestazioni per i disagi che vivono agli studenti e i pendolari che ogni giorno percorrono la tratta L'Aquila - Avezzano.
«Da tempo la nostra associazione», spiega Geraldine D'Alfonso, «chiede il potenziamento delle attuali tratte. Riteniamo vergognosa l'indifferenza dimostrata e reiterata anche in questo caso, dall'assessore regionale Ginoble, che sempre si è dimostrato sordo rispetto alle esigenze degli studenti».
Gli studenti contestano anche «la scelta del nuovo sistema di prenotazione adottato dall'Arpa nello scorso luglio, in quanto lesiva sia dei diritti degli abbonati sia della generalità degli utenti i quali hanno diritto ad un servizio di trasporto pubblico efficiente, efficace ed economico».
Nello scorso autunno circa 9.000 studenti hanno sottoscritto la petizione lanciata dall'Unione degli Universitari chiedendo il potenziamento sulle linee attuali e il ripristino dell'abbonamento "data a data" rispetto all'attuale sul "mese solare".
«Chiediamo nuovamente all'assessore competente un incontro, mai concessoci, per affrontare definitivamente la questione trasporti», chiude D'Alfonso. «L' Udu invita l'assessore Ginoble a dare risposte adeguate alle esigenze degli studenti e dei pendolari, in caso contrario chiediamo le sue dimissioni. Oppure gli studenti promuoveranno nel prossimo autunno azioni di lotta».

12/09/2007 9.54