Nuove promesse per la comunità montana Valsangro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

688

BOMBA. Buone notizie per Bomba e il suo lago sono arrivate nel corso di un convegno tenutosi in occasione della decima edizione di Sportfestival. Una manifestazione che ha visto la presenza di sportivi provenienti da varie parti d'Italia e che ha anche offerto l'opportunità di affrontare problematiche importanti riguardanti il territorio.
Al centro dell'incontro la legge regionale del 23 marzo 2000 riguardante “Norme sulla fruibilità dei bacini lacustri per attività nautiche, sportive e turistiche e valorizzazione delle aree lacustri”.
Si è voluto così richiamare l'attenzione su una legge che pur rispondendo bene alle richieste della zona, di fatto non è stata mai né finanziata, né attuata.
Il presidente della comunità montana Valsangro, Arturo Scopino, e la presidente di Confcooperative Abruzzo e del Consorzio Vpt, Rosaria Nelli, hanno con le loro articolate relazioni tracciato un quadro della situazione attuale puntando l'accento sulla necessità di potenziare e migliorare le infrastrutture e sulla imprenscindibilità di un'azione sinergica e mirata.
«E' necessaria una concertazione seria e concreta tra operatori, associazioni, enti e istituzioni – ha sottolineato la Nelli – per raggiungere risultati positivi e dar vita ad un prodotto turistico completo e fruibile in tutti i suoi aspetti. La volontà e la determinazione da sole non bastano, abbiamo fatto tanto finora, cerchiamo di non vanificare gli obiettivi raggiunti».
Una ventata di ottimismo l'ha portata il senatore Giovanni Legnini che ha voluto dissipare dubbi e perplessità in merito al futuro del lago di Bomba. Dal senatore sono giunte alcune buone notizie che la Vpt e gli altri operatori della zona si augurano non restino solo parole.
«I giochi del Mediterraneo si faranno e Bomba ci sarà; il treno della Valle si deve ripristinare entro il prossimo anno; nel progetto della Provincia relativo alle aree dismesse della ferrovia è inserito un mio emendamento – ha spiegato Legnini – alla Finanziaria che assicura le aree dismesse alla proprietà pubblica. Abbiamo inoltre avviato l'iter per i lavori della variante di Quadri, nel piano quinquennale dell'Anas vi sono 50 miliardi di vecchie lire per il completamento dei lavori che dovranno essere appaltati tra il 2008-2009».
Impegni concreti anche da parte dell'assessore allo sport della Provincia di Chieti Umberto Aimola che ritiene lo sport uno dei «filoni capaci di promuovere il territorio e favorire il turismo».
Tanti, comunque, gli argomenti affrontati. Si è parlato di energia pulita e di ambiente e dall'ex ministro Remo Gaspari che ha seguito con grande attenzione gli interventi dei relatori è arrivato un invito al Governo regionale: «l'Abruzzo – ha detto l'ex ministro - ha bisogno di ritrovare la capacità di investire per tornare a disegnare un sviluppo competitivo».
11/09/2007 15.21