Infiltrazioni d'acqua. Clinica pediatrica: sgomberate otto stanze

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

767

CHIETI. L'intensa pioggia che si è riversata dal tardo pomeriggio di ieri sull'Ospedale clinicizzato di Chieti ha provocato un'abbondante infiltrazione di acqua in una parte della Clinica pediatrica, situata al 13/o livello. GUARDA LE FOTO
L'acqua è penetrata attraverso il solaio del piano superiore, dove sono in corso i lavori per l'ampliamento della Clinica oncologica. Dodici bambini sono stati spostati in altre stanze del reparto e, in alcuni casi, dimessi quando i sanitari lo hanno giudicato possibile in base alle loro condizioni di salute.
La situazione ha messo a dura prova il personale della Clinica pediatrica, dell'Ufficio infermieristico e dell'Ufficio tecnico, i quali sono tuttavia riusciti a gestire nel migliore dei modi la situazione, minimizzando il disagio per i bambini ricoverati.
La copiosa infiltrazione ha reso necessario lo sgombero di otto stanze più la medicheria e la scuola. La Asl ha chiesto l'intervento dei Vigili del fuoco, i quali hanno contribuito a ristabilire la normalità.
Attualmente la Clinica pediatrica, diretta dal Professor Francesco Chiarelli, ha a disposizione tre stanze con otto posti letto. Si stanno attuando tutte le procedure necessarie a consentire il regolare ricovero dei pazienti. La situazione dovrebbe tornare alla piena normalità entro una settimana.
Un sopralluogo nel reparto è stato effettuato in mattinata dal direttore sanitario aziendale, Anna Raffaella Lepore, dal direttore sanitario del Policlinico, Carlo Savino, insieme al professor Chiarelli, al personale dell'Ufficio tecnico e al direttore dei lavori.
05/09/2007 15.11