Un sorpasso azzardato: arrestata dalla Gdf per possesso di 500 gr di eroina

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

7019

PESCARA. Un sorpasso azzardato, l'alta velocità e poi l‘agitazione della conducente.
Aveva fretta Virgilia Spinelli, 21 anni nata a Lanciano e residente e Pescara fermata ieri notte a bordo di un'auto (Opel corsa) intestata ad altra persona. E proprio la fretta l'ha fatta incappare in una pattuglia della guardia di finanza che transitava per la Tiburtina proprio in quel momento.
I finanzieri hanno notato subito una agitazione sospetta della donna di origine Rom e alla richiesta dei documenti la risposta è stata evasiva. E' scattato dunque il controllo nell'autovettura che è stato meticoloso ed ha permesso di scoprire un panetto sigillato di eroina camuffato tra le molle del sedile anteriore.
Duemila dosi ed un valore di mercato di 40mila euro; la polvere sarebbe finita di lì a poco lungo la riviera, nei locali notturni o smerciata nello stesso quartiere 3 nei pressi del quale la macchina sospetta della corriere della droga è stata fermata,
Auto e droga sono stati sequestrati, mentre la donna è stata tratta in arresto per traffico di sostanze stupefacenti ed associata presso la Casa Circondariale di Castrogno a Teramo.
«Quello di oggi è l'ennesimo segnale di come la nostra presenza sul territorio sia sempre costante e attenta», ha detto il colonnello Francesco Paolo Rampolla, comandante della compagnia di Pescara della Gdf, «spesso basta trovarsi nel posto giusto al momento giusto e affidarsi all'intuito dei nostri uomini per fermare il traffico della droga. E' un segnale che vogliamo lanciare sia ai cittadini di quel quartiere che così possono sentirsi più tranquilli, ma anche agli stessi trafficanti o spacciatori che devono sapere che non abbasseremo la guardia».

27/07/2007 13.36