Sequestrati dalle Fiamme Gialle 15mila articoli con marcatura "Ce" contraffatta

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1086

ALBA ADRIATICA (TE). I finanzieri della Compagnia di Giulianova hanno sequestrato oltre 15.000 articoli destinati ad essere venduti in esercizi foto-ottici con la marchiatura “Ce” contraffatta.
Le indagini della polizia economico-finanziaria delle Fiamme Gialle sono nate per individuare i centri di stoccaggio e di distribuzione dei prodotti contraffatti. Una vera e propria “filiera del falso” quella che è venuta alla luce con l'operazione di oggi.
Gli investigatori si sono concentrati su una serie di importazioni di manufatti provenienti dalla Repubblica Popolare Cinese. Lenti da ingrandimento, bussole, binocoli, macchine fotografiche, portachiavi e tantissimi altri oggetti sprovvisti, tutti marchiati con il simbolo “Ce” contraffatto. La presenza del marchio CE garantisce ai consumatori che il prodotto abbia le necessarie caratteristiche di sicurezza d'uso.
Tutto il materiale adesso sarà sottoposto ad un accurato esame dei periti, disposto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo, per accertare se fossero in possesso degli standards qualitativi minimi per essere immessi in commercio senza ledere la salute degli ignari acquirenti
Tra i prodotti sottoposti a sequestro vi sono Il valore stimato delle merci sequestrate ammonterebbe a circa 200 mila Euro.
Al termine dell'operazione, le Fiamme Gialle hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Teramo il legale rappresentante della società, una persona di nazionalità cinese, di trentatre anni per violazioni dell'art.474 (Introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi) e 648 c.p.( ricettazione), nonché del DPR 459/1996.
Nel frattempo proseguono le investigazioni della Guardia di Finanza per scoprire quale sia il canale di approvvigionamento delle merci e se, nell'attività delittuosa, vi siano responsabilità ascrivibili ad altre persone.
27/07/2007 11.10