Precipitato un Canadair, morto il pilota

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

5592

 ABRUZZO. È caduto nel tardo pomeriggio un Canadair impegnato nelle operazione di spegnimento degli incendi che stanno devastando la regione. Si erano persi i contatti con il velivolo precipitato intorno alle 19 in una zona della Valle Subequana, presso Acciano, a una quarantina di chilometri dall'Aquila. Morto il pilota Andrea Golfera. Gravemente ferito il copilota Daniele Ret.


 
ABRUZZO. È caduto nel tardo pomeriggio un Canadair impegnato nelle operazione di spegnimento degli incendi che stanno devastando la regione. Si erano persi i contatti con il velivolo precipitato intorno alle 19 in una zona della Valle Subequana, presso Acciano, a una quarantina di chilometri dall'Aquila. Morto il pilota Andrea Golfera. Gravemente ferito il copilota Daniele Ret.



Secondo le prime notizie sarebbe morto il pilota, gravemente ferito l'altro componente dell'equipaggio.
L'aereo della Protezione Civile con la sigla "Can 19" sarebbe precipitato durante le operazioni di spegnimento di un incendio all'Eremo di Sant'Erasmo.
Le cause sono ancora da accertarsi.
Sul posto dell'incidente stanno confluendo due elicotteri dei vigili del fuoco, uno da Roma e uno da Pescara, oltre alle squadre di terra.

23/07/2007 19.45

20.15. CONFERMATA LA MORTE DEL PILOTA

La morte del pilota l'ha confermata pochi minuti fa Pierluigi Caputi, direttore della Protezione Civile Abruzzo intervenuto nell'edizione serale del Tg5. Per quanto riguarda le condizioni dell'altro elemento dell'equipaggio, ferito, ha aggiunto Caputi, «a quanto mi riferiscono sarebbe ancora sul posto della tragedia».
Il velivolo stava lavorando dalle 16 di questo pomeriggio per fermare le fiamme che si erano spinte nella frazione di Beffi a 30 km dal capoluogo di regione.
Il fuoco stava minacciando anche le abitazioni dei residenti della zona. Il canadair stava quasi per completare il servizio perché l'incendio era stato quasi domato del tutto.
Alle 19 però si è perso ogni contatto con il velivolo. E' stato subito diramato l'allarme e dopo meno di un'ora è stata fatta la tragica scoperta.

20.27. IL CORDOGLIO DI ROMANO PRODI

Il presidente del Consiglio Romano Prodi, secondo quanto si è appreso, ha interrotto per qualche minuto la riunione governo-parti sociali sul welfare, in corso a palazzo Chigi, per informare tutti i presenti dell'incidente del Canadair caduto in Abruzzo mentre era impegnano a spegnere un incendio. Il presidente del Consiglio ha espresso il cordoglio suo personale e di tutto il governo per l'accaduto.

20.33. APERTA UNA INCHIESTA SULL'INCIDENTE

Il canadair precipitato questa sera si era alzato in volo nel pomeriggio da Pescara. A ritrovare il velivolo la compagnia di carabinieri di Acciano che sarebbero stati avvertiti da una telefonata che si è interrotta subito. Un testimone oculare avrebbe raccontato con voce concitata di aver visto l'aereo cadere.
Al momento non si conoscono ancora le condizioni del ferito e si sta cercando di accertare la dinamica dell'incidente.
L'Agenzia nazionale per la sicurezza al volo (Ansv) ha aperto un'inchiesta sull'incidente.
Sul posto sta arrivando anche il capo della protezione civile Guido Bertolaso.

21.00. FERITO TRASPORTATO AL SAN SALVATORE

Il velivolo è stato ritrovato sul monte Offermo ([url=http://maps.google.it/maps?f=q&hl=it&geocode=&q=acciano&sll=41.442726,12.392578&sspn=13.923262,29.882813&ie=UTF8&ll=42.188083,13.717117&spn=0.107604,0.233459&z=12&om=1]GUARDA[/url]) , località al confine tra i comuni di Acciano e Caporciano. Il canadair aveva appena effettuato un lancio di acqua poi sarebbe precipitato
Il co-pilota rimasto ferito è stato trasportato all'ospedale "San Salvatore" dell'Aquila. Le sue condizioni sono «gravi» e in questi attimi è stato sottoposto a terapia dai medici rianimatori e sarà sottoposto a una tac.
Al nosocomio del capoluogo è arrivato con un elicottero anche il responsabile della protezione civile, Guido Bertolaso.
Sul luogo dell'incidente sono stati inviati gli investigatori dell'Agenzia per la sicurezza in volo.

21.50. IL CORDOGLIO DI NAPOLITANO

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha appresa «'con profonda tristezza»' la notizia del tragico incidente aereo nel quale ha perso la vita un pilota della Protezione civile impegnato nella provincia di L'Aquila in un servizio antincendio, ha inviato al dott. Guido Bertolaso, capo Dipartimento della Protezione civile, un messaggio in cui gli chiede di rappresentare «in questa dolorosa circostanza, a tutto il personale che si sta prodigando, con professionalita' e spirito di abnegazione, nella difficile attivita' di spegnimento degli incendi in varie parti del paese, i sentimenti di solidarieta' e di riconoscimento dell'intera Nazione».
Si è aggiunto al cordoglio del presidente anche il presidente della Camera Fausto Bertinotti.

22.00. RESE NOTE LE GENERALITA' DELLA VITTIMA

Si chiamava Andrea Golfera, il pilota della Protezione civile deceduto nel tardo pomeriggio. Daniele Ret è invece il nome del copilota ricoverato all'ospedale San Salvatore dell'Aquila. Le sue condizioni erano apparse inizialmente molto gravi; da quanto si è appreso in un secondo tempo, non avrebbe però riportato lesioni interne.
Nessuna prognosi è però ancora diramata dai responsabili sanitari.
Ad accertarsi di persona delle condizioni di salute di Daniele Ret sono giunti in ospedale anche l'assessore regionale alla protezione civile, Tommaso Ginoble, e l'arcivescovo dell'Aquila, Giuseppe Molinari.

22.50. IL CORDOGLIO DELLA POLITICA

Sono giunti in serata via via anche i messaggi di cordoglio di politici ed istituzioni.
Il ministro dell'Ambiente Pecoraro Scanio ha ricordato come la situazione degli incendi nella Penisola diventi ora dopo ora sempre piu' drammatica.
«Siamo di fronte ad una vera e propria emergenza nazionale - ha dichiarato Pecoraro - che richiede uno sforzo straordinario per contrastarla. Il Ministero dell'Ambiente mettera' a disposizione i Carabinieri per la tutela dell'Ambiente con l'obiettivo di intensificare gli sforzi, peraltro gia' in atto, attraverso il coordinamento con gli altri corpi per un piu' efficace contrasto all'attivita' degli incendiari che vanno colpiti con la massima durezza».

23.15. IL CANADAIR SPEZZATO IN PIU' TRONCONI


L'impatto con la montagna è stato violentissimo tanto da spezzare il velivolo in più tronconi e sbalzare rottami anche a diverse decine di metri.
L'impatto è avvenuto su uno spoglio tratto collinare, a un centinaio di metri dall'Eremo di Sant'Erasmo, vicino ad Acciano (L'Aquila).
Sull'incidente è stata aperta un'inchiesta della magistratura di Sulmona, coordinata dal sostituto procuratore Maria Teresa Leacche.

IL PRESIDENTE EMERITO GIOVANNI PACE:«RIVEDERE I PROGRAMI»

Il presidente emerito della Regione Abruzzo, Giovanni Pace, ha espresso «tristezza profonda» ed ha aggiunto: «Forse occorre rivedere i programmi. Immagino che anche questa amministrazione regionale abbia fatto qualcosa, e in questo caso occorre rivedere il modello di prevenzione».

23.22. IL FERITO FORSE MENO GRAVE DEL PREVISTO


Secondo quanto riferito in serata da un sanitario dell'ospedale aquilano, i primi esami cui è stato
sottoposto Daniele Ret, il giovane copilota, non avrebbero evidenziato lesioni interne.
Il copilota ferito è ancora nel reparto di pronto soccorso del nosocomio, nel quale vi sono anche il capo del dipartimento della protezione civile, Guido Bertolaso, l'assessore regionale alla protezione civile, Tommaso Ginoble, e l'arcivescovo dell'Aquila, Giuseppe Molinari.
Ret , è nato a Trieste il 22 novembre 1979.
Il pilota morto, invece, Andrea Golfera, aveva 51 anni ed era nato a Lugo di Romagna il 15 dicembre del 1956.

BERTOLASO:«I RESPONSABILI DI QUESTA MORTE SONO I PIROMANI»

«Profondo dolore per la perdita di un validissimo professionista, che ha perso la vita mentre stava compiendo con passione tutti gli sforzi possibili per arginare le fiamme di un incendio devastante che minacciava alcune abitazioni in zona montuosa».
Questo il commento del Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Guido Bertolaso, dall'ospedale dell'Aquila.
«Grande ansia per la vita del secondo pilota Daniele, figlio d'arte - ha continuato Guido Bertolaso - attualmente nel reparto di rianimazione dell'Ospedale San Salvatore del capoluogo abruzzese».
«Ringraziamo tutte le componenti del sistema nazionale della protezione civile che sono immediatamente intervenute sul posto e in particolare ai colleghi del 118 e dell'elisoccorso
che hanno prestato le prime cure a Daniele. Anche domani continueremo con tutti gli uomini e i velivoli disponibili in questo difficilissimo lavoro e facciamo appello a tutti i connazionali affinche' contribuiscano a contrastare l'inconsulta e criminale azione di quelli che provocando gli incendi sono i veri responsabili dell'incidente e della scomparsa del comandante Andrea Golfera».

Ancora intorno alle 22,30 il corpo senza vita del pilota era adagiato vicino la carlinga. Poco dopo è arrivato sul posto un medico legale. In un bosco poco distante la sciagura divampava ancora l'incendio.
Al momento non si conoscono ancora le cause dell'incidente sul quale sono state aperte due inchieste: una della magistratura di Sulmona (L'Aquila), competente per territorio, e l'altra
dell'Agenzia nazionale per la sicurezza al volo (Ansv), incaricata di svolgere inchieste tecniche sugli incidenti e gli inconvenienti a aeromobili dell'aviazione civile.