Coppia litiga in albergo e viene arrestata per possesso di cocaina

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1020

ROSETO DEGLI ABRUZZI. Litigano talmente forte che qualcuno chiama la polizia.
Ieri pomeriggio il posto stagionale di Roseto degli Abruzzi, ha ricevuto segnalazione di una lite tra due fidanzati nei pressi di un albergo del lungomare. All'arivo gli agenti hanno trovato la donna che, piangendo, ha riferito di non poter accedere alla propria stanza d'albergo perché il compagno l'aveva minacciata gravemente qualora avesse tentato di riprendere i propri effetti personali per ripartire.
Saliti nell'alloggio i poliziotti, peraltro insospettiti dall'eccessivo stato di agitazione della donna, con grande difficoltà sono riusciti a farsi aprire la porta della stanza.
All'interno l'uomo, anch'egli in stato di grave agitazione, che non è riuscito a dare una spiegazione logica e, soprattutto, coerente circa la lite avvenuta con la compagna, riferendo una dinamica peraltro incompatibile con la precedente.
Così è scattata una ispezione nella stanza rinvenendo nascosta in un involucro all'interno del comodino della “polvere bianca”, subito valuta come sostanza stupefacente e, nascosta all'interno di un cellophane termosaldato, in una scarpa, altra “polvere bianca”.
Parcheggiata poco distante dall'albergo gli agenti hanno rinvenuto anche l'auto dei due nella quale sono stati trovati accuratamente celato in un cartone di vino, nel portabagagli, insieme con le bottiglie, un ulteriore involucro termosaldato di più consistenti dimensioni dei precedenti, anch'esso contenente cocaina.
Sono stati perciò arrestati Roberto Marchionne, quarantenne di Loreto di Ancona e Gabriella Capopiano, anch'essa di Loreto, l'accusaè per detenzione a fini di spaccio di complessivi 90 grammi di cocaina ed associati alla Casa Circondariale di Castrogno.
23/07/2007 10.46