177 mila cd sequestrati, smantellata centrale pirata

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1196

GIULIANOVA. Una centrale di riproduzione abusiva completamente smantellata, con il sequestro di oltre 50.000 tra Dvd e Cd contraffatti, 120 mila custodie e locandine per confezionare i supporti e 36 masterizzatori distribuiti su tre torri oltre a qualche migliaio di capi di abbigliamento contraffatti per un valore complessivo di 600 mila euro.
Questo è il bilancio dell'operazione portata a termine dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Teramo in collaborazione con i Carabinieri della Stazione di Martinsicuro, gli agenti della Polizia Municipale di Martinsicuro e della Capitaneria di Porto.
Teatro dell'operazione sono stati dapprima il lungomare di Martinsicuro (TE) e subito dopo tre appartamenti di via Vivaldi dove vivevano numerosi cittadini extracomunitari. Infatti le Forze dell'ordine, appostate nei pressi dell'edificio, hanno fermato un cittadino senegalese di circa 30 anni in possesso 30 capi di varie marche (Prada, Dolce e Gabbana, Louis Vitton,ecc.). Alla vista delle Forze dell'ordine un altro cittadino extracomunitario ha cercato di fuggire calandosi dal balcone ma è stato bloccato. Tre gli appartamenti sequestrati, uno dei quali preso in affitto dal un quarantenne senegalese C.C., ritenuto il gestore dei traffici illeciti.
All'individuazione della centrale di smercio si è arrivati dopo una lunga serie di indagini e sequestri operati dai finanzieri della Compagnia di Giulianova sul litorale teramano. Nonostante i vari interventi repressivi, nel tempo svolti, i venditori, il giorno seguente, erano sempre ben approvvigionati di materiale. Era chiaro che si erano strutturati per produrre in proprio e, solo un'insistita attività di pedinamenti ed appostamenti, ha permesso di risalire alla centrale di rifornimento dei prodotti "pirata": 36 masterizzatori, dislocati su tre torri, collegati in serie, occultati nell'appartamento di via Vivaldi, costituivano la base operativa di una vera e propria impresa commerciale in grado di riprodurre, in pochissimo tempo, ingenti quantità di Cd e Dvd.
I prodotti contraffatti erano destinati, con ogni probabilità, al mercato illegale della costiera abruzzese e marchigiana. I militari hanno accertato l'eccellente qualità del materiale sequestrato e l'avanzato livello tecnologico degli strumenti di duplicazione utilizzati.
I due senegalesi, uno dei quali sprovvisto di permesso di soggiorno, sono stati denunciati per violazione alla legge sul diritto d'autore e la merce sequestrata è stata concentrata presso la Compagnia della Guardia di Finanza di Giulianova in attesa della perizia disposta dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo.
Il clandestino, dopo gli accertamenti di rito compiuti presso la Stazione Carabinieri di Martinsicuro, è stato portato dai militari dell'Arma presso l'Ufficio Stranieri della Questura di Teramo.

20/07/2007 17.46