Sequestrato a Pescara lo stabilimento "Delfino Verde"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

9236

Sequestrato a Pescara lo stabilimento "Delfino Verde"
PESCARA. «Al Delfino Verde hanno fatto le cose in grande», recitava la presentazione dell'inaugurazione del locale, completamente rinnovato, tenutasi lo scorso 25 maggio. Ed effettivamente le avrebbero fatto talmente in grande che questa mattina la Guardia di Finanza ha sequestrato il manufatto.   L'INCHIESTA SUGLI STABILIMENTI
Eppure l'amministrazione comunale, forse, non sospettava, dal momento che per il taglio del nastro è stato invitato nientepopodimeno che il sindaco Luciano D'Alfonso.
Ma niente da fare, da questa mattina sullo stabilimento incombono i sigilli della magistratura. Inizio d' estate difficile, quindi, per i balneatori: dopo il sequestro di qualche settimana fa della Vongola (zona madonnina) che stava realizzando un chiosco in legno a fianco allo stabilimento principale, questa mattina è stata la volta del Delfino verde (di rabbia?), quasi al confine con Montesilvano.
Che si stesse indagando sulle ristrutturazioni era ormai cosa certa dal momento che venti giorni fa i finanzieri avevano sequestrato tutta la documentazione del restayling.
Il progetto del Delfino Verde lo ha analizzato per filo e per segno il comitato cittadino Mare Libero che combatte contro gli abusi edilizi.
«La struttura», ha spiegato nei dettagli il comitato, «ha previsto l'ampliamento del fabbricato principale adibito a bar ristorante con terrazza soprastante (260 mq) e imponenti tettoie in legno coperte, davanti e sul lato sud (opere già realizzate). Inoltre c'è stata la costruzione di due campi da tennis in terra rossa con annessi spogliatoi, sul lato sud; una Pista da ballo coperta(600 mq circa) con annesso Bar, sull'arenile, verso il mare; la copertura di un'area pavimentata adibita a Ristorante-Pizzeria, sul lato nord; l'ampliamento dell'area adibita a piscina e solarium(610 mq) per il posizionamento di un altro bar».
E' l'ennesimo provvedimento nell'ambito di una maxi inchiesta che vedrebbe sotto la lente di ingrandimento diverse decine di persone indagate.

15/06/2007 14.49