Cittadini senza casa, il comitato incontra l'assessore Srour

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

665

ABRUZZO. In Abruzzo ci sono ancora 147mila famiglie che non sono proprietarie di alcuna abitazione, delle quali circa 120mila vivono in appartamenti privati con canoni di locazione del libero mercato, 20.348 sono attualmente assegnatarie di Case Popolari gestite dalle Ater mentre 4.259 famiglie sono sistemate nelle "Case parcheggio" dei Comuni.
L'Unione degli Inquilini Mia Casa, «dopo tanti anni di dura lotta per ottenere canoni di locazione veramente equi e giusti ed una più dignitosa qualità della vita nei quartieri popolari», incontrerà questo pomeriggio l'assessore regionale competente Mimmo Srour per chiedere che si arrivi all'approvazione da parte del Consiglio Regionale di una proposta di legge che ripristini l'istituto giuridico del "riscatto graduale e sociale" degli alloggi Gescal e di Edilizia Residenziale Pubblica a favore delle famiglie abruzzesi attualmente assegnatarie.
«In tal modo», spiega Pio Rapagnà, promotore del comitato, «si renderanno immediatamente disponibili una serie di risorse economiche da aggiungere a ulteriori stanziamenti di "fondi straordinari" per la politica della casa, recuperando tra l'altro dalla Cassa Depositi e Prestiti gli ingenti fondi ex-GESCAL che negli anni sono stati versati dai lavoratori dipendenti e che invece sono stati a vario titolo "stornati" verso altri capitoli di spesa sia a livello nazionale che regionale».
Per l'Abruzzo è necessario reperire almeno 250 milioni di euro in 5 anni per realizzare quei 10mila nuovi alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica, più volte evocati, da assegnare ad altrettante famiglie ed alle giovani coppie.
Il Movimento Inquilini chiederà all'assessore Srour «di intervenire con fermezza nei confronti delle 5 Ater abruzzesi le quali, sin dall'atto della loro costituzione, si sono sempre ed arbitrariamente rifiutate di applicare tutte le norme di legge favorevoli agli inquilini e di attuare buona parte degli interventi e dei pareri espressi ufficialmente e chiaramente da parte del Difensore Civico Regionale»

15/06/2007 11.40