L'Arta chiusa per pulci: un bel grattacapo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1238

L'Arta chiusa per pulci: un bel grattacapo
  IL NOSTRO REPORTAGE FOTOGRAFICO
PESCARA. Sabato è partito l'assalto delle pulci nella sede dell' Arta, l'agenzia regionale per la tutela dell'ambiente (Arta). Per tutta la mattina una squadra della Asl è stata impegnata nella disinfestazione degli uffici dell'ex ospedaletto di via Marconi in seguito alla scoperta di un nido di parassiti. Un brutto grattacapo per l'agenzia, forse non proprio così inaspettato che aggiunge nuovi pensieri e pruriti dopo quelli di muffe, infiltrazioni d'acqua, escrementi di animali e zanzare. Ad accorgersi delle pulci è stato, per puro caso, un impiegato, che si era recato al primo piano della struttura nella quale sono in corso lavori di ristrutturazione. L'uomo ha avvertito un fastidioso prurito e ha scoperto che si trattava di una pulce. Sono subito intervenuti i tecnici della Asl che hanno trovato un nido di parassiti. Gli altri locali sono stati poi abbandonati dagli impiegati ed è stata avviata un'operazioni di disinfestazione, che dovrebbe concludersi questa mattina. L'area in cui sono state trovate le pulci non è frequentata abitualmente, come aveva raccontato qualche settimana fa PrimaDaNoi.it  e avevamo scoperto un edificio fatiscente, abbandonato, nel quale regna soltanto il silenzio.
E la palazzina deve fronteggiare in questi giorni anche l'emergenza "escremento di piccione". Da oggi dovrebbe partire la bonifica che comporterà la chiusura degli uffici per un paio di giorni. Subito dopo inizierà la disinfestazione a cura della Asl, proprietaria dell'immobile.

11/06/2007 10.40