8 milioni per le strade della provincia di Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

904

PESCARA. Due convenzioni sulla viabilità, per un importo complessivo di oltre 8 miliomi 260 mila euro di finanziamento regionale, sono state sottoscritte dall'assessore ai trasporti, Tommaso Ginoble, e dal presidente della Provincia di Pescara, Giuseppe De Dominicis.
La prima convenzione, che prevede lavori per 6 milioni 713 mila euro, è relativa alla realizzazione della bretella di collegamento del Centro Agroalimentare di Cepagatti, all'altezza della strada provinciale 602 "Di Forca di Penne", col raccordo autostradale Chieti-Pescara, in località Dragonara.
La seconda intesa, che prevede un finanziamento di 1 milione 549 mila euro, riguarda, invece, interventi di consolidamento di un tratto franoso della Tiburtina (ex statale 5) al KM 19+300 ed al KM 20+650 (in corrispondenza delle gole di Popoli, a destra del fiume Pescara) e la realizzazione di una variante di percorso al KM 18+150. Inoltre, all'interno di tale progetto, viene presa in considerazione anche la sistemazione di due importanti incroci, quello di collegamento con il comune di Bussi e quello di raccordo con l'ingresso dell'autostrada A25 sul territorio di Castiglione a Casauria. Entrambi presentano, infatti, condizioni di pericolo per la circolazione veicolare.
«Riguardo al primo dei due interventi» ha spiegato l'assessore Ginoble «l'obiettivo è quello di snellire il traffico di mezzi pesanti che quotidianamente gravitano sul Centro Agroalimentare oltre a migliorare le condizioni di sicurezza per gli automobilisti. Il secondo progetto» ha continuato l'assessore «ricomprende quattro interventi che contribuiranno a migliorare la transitabilità di quel tratto della Tiburtina che, troppo spesso, è stato caratterizzato da incidenti anche gravi. Ancora una volta, ci tengo a sottolineare» ha concluso Ginoble «la fattiva collaborazione della Provincia di Pescara che ci consentirà di partire con i lavori in tempi brevissimi e che conferma, una volta di più, il felice rapporto della Regione con le quattro amministrazioni provinciali».
Nel dettaglio, sono state previste una rotatoria al bivio di Bussi, la rettifica di alcune curve oltre ad allargamenti di carreggiata, la realizzazione di un viadotto e quella di un bivio di collegamento tra la Tiburtina ed il raccordo autostradale della A25, all'altezza di Tocco da Casauria.

07/06/2007 8.46