Torna la festa del volontariato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

742

PESCARA. Accoglienza, la prima carità. Sarà questo il titolo della Festa del Volontariato, il grande evento organizzato dal Centro Servizi per il Volontariato di Pescara in programma sabato 26 e domenica 27 maggio a Pescara. Giunta alla sua sesta edizione, la manifestazione coinvolgerà una cinquantina di associazioni di volontariato, desiderose di incontrare la cittadinanza per far conoscere quel grande patrimonio di solidarietà che caratterizza da sempre Pescara e provincia.
Si comincia sabato 26 maggio con un convegno che si terrà alla Sala dei Marmi della Provincia proprio sul tema dell'accoglienza: porteranno la loro testimonianza Souad Sbai, presidente dell'Associazione donne marocchine in Italia, la giornalista e scrittrice Eugenia Roccella, il direttore del settimanale Vita, Giuseppe Frangi, e Giancarlo Diodati, del comitato scientifico del Csv di Pescara. Coordina il giornalista Piergiorgio Greco.
Il giorno dopo, domenica 27 maggio, stand, animazione e altro ancora nel cuore della città: piazza Salotto, che per un giorno si trasformerà nella vetrina del volontariato pescarese. Tra gli appuntamenti che faranno da contorno alla giornata, la conclusione del progetto “Io, tu… volontari” con gli studenti delle scuole superiori di Pescara, la messa e lo spettacolo interculturale “Le radici e le ali: suoni, colori, culture”, realizzato nell'ambito del progetto comunitario “Le radici e le ali”.
Gran finale con le irresistibili gag di Paolo Cevoli e Claudia Penoni, direttamente da Zelig.
«Da sei anni – dice Mauro Moretti, presidente del Csv di Pescara – la Festa del Volontariato è un'occasione privilegiata per entrare in contatto con un mondo decisivo per Pescara e provincia, una vetrina ideata e organizzata dal Csv per dare visibilità a chi, di norma, è abituato a lavorare nell'ombra, mosso solo dalla passione e dall'amore per il prossimo. Quest'anno, in particolare, abbiamo voluto riflettere su un tema importante per Pescara, città sempre di più porta del Mediterraneo: quello dell'accoglienza, che è la primissima forma di carità, cioè di amore. Per questo, soprattutto il convegno di sabato sarà l'occasione privilegiata per approfondire questo argomento con ospiti di livello nazionale».
«La scelta di piazza Salotto – aggiunge Massimo Marcucci, direttore del Csv di Pescara – nasce dal desiderio di dare al mondo del volontariato il palcoscenico più importante della città. Ringraziamo quindi l'amministrazione comunale per aver assecondato questo nostro desiderio».
«Invitiamo tutti – concludono all'unisono Moretti e Marcucci – a partecipare alla festa: sarà un'occasione unica per riscoprire la bellezza e la ricchezza di un mondo che fa della gratuità la parola d'ordine della propria esperienza».
Il programma è disponibile sul sito www.csvpescara.it.

23/05/2007 12.37