Nomina alla Team, invito ad applicare il diritto alle pari opportunità

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

497



TERAMO. La Commissione per le pari opportunità e la Consigliera di parità della Provincia intervengono in merito all'avviso, pubblicato dal Comune di Teramo, per la nomina di un rappresentante nel consiglio d'amministrazione della società Teramo Ambiente (il termine per presentare le domande è il 1° giugno). E, rivolgendosi al sindaco, ai consiglieri comunali di maggioranza e minoranza (in particolare le donne elette) e ai dirigenti dei partiti politici, chiedono che “si realizzi la semplice applicazione del diritto alle pari opportunità”.

E' quanto contenuto in una nota firmata dalla presidente della Cpo provinciale, Germana Goderecci, e dalla Consigliera di parità, Bianca Micacchioni Zuccarini, le quali, in occasione dell'Anno europeo delle Pari opportunità, invitano “chi governa il Comune di Teramo e tutti gli altri enti locali a dare un segnale di controtendenza”.

Sul sito del Comune, come noto, è stato pubblicato l'avviso per la nomina di un rappresentante nel Consiglio di Amministrazione della Team. Gli aspiranti devono presentare una apposita domanda, a cui allegare il proprio curriculum. Il Sindaco poi deciderà in modo discrezionale chi nominare. A tale proposito la presidente della Cpo e la Consigliera di parità fanno notare che «il Consiglio comunale ha indicato gli indirizzi per la nomina, designazione e la revoca dei rappresentanti del Comune presso Enti, Aziende ed Istituzioni' con deliberazione n. 57 del settembre 2004 (allegata all'avviso), ai quali il Sindaco deve attenersi. Tra l'altro nella delibera viene detto che ‘nelle nomine e nelle designazioni di rappresentanti del Comune deve essere assicurata, nello spirito della legge 125/1991, la presenza femminile assicurando pari opportunità'». «Ma, in sostanza, cosa impone questa clausola? – è la riflessione di Goderecci e Micacchioni -. Forse che in ogni Ente in cui siedono rappresentanti del Comune debba necessariamente esserci una donna? O che nella generalità delle nomine dei rappresentanti venga garantita la presenza femminile? Quale che sia l'interpretazione da dare il Comune di Teramo non ha finora dato corso a tale prescrizione. La prossima nomina alla Team è l'occasione per farlo».

23/05/2007 8.00