Imprenditore abruzzese apre a Roma il primo negozio tutto automatizzato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1279

ROMA – Si chiama "24 shop no stop" e allinea Roma ad altre capitali europee. E' il primo minisupermercato" completamente meccanizzato, grazie ai distributori automatici, aperto ininterrottamente per ventiquattro ore. Operativo da qualche giorno in via Licia 35, all'Appio-Latino, presto sarà affiancato da altri punti vendita in franchising, almeno tre nella Capitale.
E' la prima iniziativa del genere a Roma e in una grande città italiana, promossa da Lino D'Orazio, imprenditore abruzzese di Sant'Eusanio del Sangro (Chieti), da anni residente nella capitale. Ma è anche tra le prime del genere su territorio nazionale, dove sono presenti soltanto sperimentali iniziative promosse dalla grande distribuzione.
Nel neonato punto vendita romano, una cinquantina di metri quadrati con otto distributori automatizzati presto incrementati, "24 shop no stop" offre quasi trecento prodotti di tutti i tipi, dagli alimentari ai casalinghi, dall'hi-fi all'informatica (campane di dvd e cd, mouse, webcam, schede di memoria, pen drive, ecc.), dai giocattoli ai generi per gli animali fino ai componenti per automobili e due ruote. Tutto di marca, a prezzi di mercato, legato alla stagione, con il vantaggio di non trovare mai la saracinesca abbassata, festivi compresi.
L'esperienza di via Licia 35 è "work in progress". Presto infatti partiranno nuovi servizi: un distributore per scaricare contenuti multimediali su telefonino (canzoni, suonerie, loghi, sfondi, video), un'apparecchiatura per stampare automaticamente fotografie e testi, un totem per scommesse online autorizzate. E' invece già attivo un punto di ristoro con caffè, bevande e snack.
Inoltre è operativo un servizio informativo gratuito, tramite sms, che aggiorna tempestivamente sulle promozioni in corso. «Nei primi giorni di attività si registra già un'ottima risposta di pubblico e di gradimento soprattutto da parte degli abitanti del quartiere – evidenzia Lino D'Orazio, promotore dell'iniziativa».
Tra i prodotti più gettonati primeggiano gli alimentari: pasta, sughi pronti, pane in cassetta, ma anche zucchero, sale, riso, olive, paste pronte. Bene anche i casalinghi, in primo luogo i detersivi.

19/05/2007 13.33