Anche la Provincia di Chieti punta sulle fattorie sociali

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1005

CHIETI. Sull’utilità sociale, solidale, economica delle fattorie sociali la Provincia di Chieti non ha dubbi.

Lo conferma il convegno tenutosi ieri “Fattorie sociali, un'opportunità di crescita”, organizzato dall'assessore provinciale alle Politiche sociali, Gianfranca Mancini, e svoltosi nella sala consiliare della Provincia a Chieti.

Il modello di fattoria sociale, (aziende agricole in cui far lavorare le fasce più deboli della società: anziani, disabili, ex detenuti con difficoltà di reinserimento, ex tossicodipendenti), potrebbe risolvere diversi problemi, dal fabbisogno di lavoro da parte delle fasce svantaggiate, alla valorizzazione vera e propria del settore produttivo agricolo soprattutto per quelle imprese dove la mancanza di manodopera paralizza o rallenta la filiera produttiva. Un modello che funzionerebbe se regolato da leggi di riferimento.

Ma a che punto siamo in Abruzzo?

«Sul piano normativo», dice l'assessore, «attualmente in Abruzzo si registra una legge regionale, di cui si sta ancora stilando il regolamento attuativo, che intende promuovere e sostenere questa realtà, con la possibilità anche di attrarre finanziamenti europei». E infatti a giugno scorso il Consiglio regionale  aveva approvato il progetto di legge sull'agricoltura sociale.Stessa impegno da parte della Provincia di Teramo che si diceva pronta ad  investire su questo modello produttivo.

 Ciò che manca in Italia però ( a differenza di altri Paesi delll'Unione Europea dove esistono leggi a favore delle green care farms)  è un vero e proprio quadro normativo che disciplina il settore.

Quello che il nostro Paese prevede sono solo linee programmatiche prive di valore normativo come il piano strategico nazionale per lo sviluppo rurale adottato il 12 gennaio 2007 o il programma “Guadagnare salute” del 16 febbraio 2007 approvato dal Consiglio dei Ministri, sulla necessità di un'agricoltura multifunzionale.

Ma l'assessore Mancini non ha dubbi. «Voglio costituire un forum delle Fattorie Sociali», spiega, «perchè si tratta del primo passo per implementare la nascita di questo tipo di realtà: si tratta di mettere insieme le tante competenze che esistono in questo settore e costituire un tavolo tecnico che ci permetta di arrivare ad aprire una Fattoria Sociale anche in provincia di Chieti».  Le fa l'eco il presidente della Provincia Enrico Di Giuseppantonio che definisce questo modello «un faro della speranza».

mb  11/11/2011 14.46