Bilancio partecipativo e Forum Ambiente: si allarga la democrazia a Fossacesia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

964

FOSSACESIA. Sono stati approvati, nell’ultima seduta del consiglio comunale, i regolamenti del Bilancio partecipativo e del Forum Ambiente, Paesaggio e Benessere durevole.

 

Si tratta di due strumenti nuovi «per allargare e favorire la partecipazione informata, consapevole e responsabile dei cittadini al governo del territorio».

 Il primo è lo strumento attraverso il quale hanno la possibilità di orientare le scelte dell’amministrazione indirizzando, in fase avanzata del progetto, la destinazione di una quota del bilancio alla realizzazione di iniziative e progetti sostenuti e/o proposti dai cittadini stessi.

Il secondo, approvato con voto unanime dei consiglieri presenti martedì, è un forum, un luogo, un’assemblea, dove si tratterà la qualità e lo stato ambientale di Fossacesia, la gestione dei rifiuti, la questione energetica, la mobilità sostenibile, la tutela della biodiversità e del paesaggio, di come abbassare in generale il peso sull’ambiente delle attività umane. «E’ un traguardo che ha grande importanza e rappresenta l’avvio di un processo per allargare la partecipazione e ridare significato alla parola Politica», afferma il sindaco Fausto Stante.

«Queste forme di democrazia partecipativa sono tuttavia i mezzi, non il fine», puntualizza il capogruppo, con delega alla Partecipazione Attiva, Lara Polsoni, «esse non possono rappresentare, e non rappresentano un traguardo per noi. Finché non ci accorgeremo che nella gente che incontriamo per strada è davvero cambiato il modo di sentire e pensare la propria appartenenza a questa comunità dovremmo andare avanti. Abbiamo intenzione di avviare un percorso innanzitutto educativo, che porti le famiglie ad una maggiore consapevolezza delle abitudini da cambiare per gestire al meglio i beni comuni. Tutti saranno chiamati in causa», conclude Polsoni, «tutti saranno chiamati a ripensare anche il rapporto che fino a ieri potevano avere con coloro ai quali avevano dato mandato di governare esprimendo un voto».

«Abbiamo creato la macchina», aggiunge l’assessore all’Ambiente, Andrea Natale, «il motore dobbiamo essere noi, amministratori, funzionari e dipendenti comunali, associazioni, imprenditori e cittadini, ma soprattutto dobbiamo essere capaci di mettere nel motore la benzina giusta: le idee, le proposte, la passione, per tornare una vera Comunità che progetta insieme il suo futuro per un benessere durevole. Il primo banco di prova su cui ci misureremo sarà il Parco Nazionale della Costa Teatina. L’impegno e la speranza è di non restare i soli ma di contagiare anche gli altri Comuni e di dare un modello chiesto e reclamato da tutti i cittadini abruzzesi».

Partirà una campagna informativa a breve per coinvolgere tutti i cittadini.

Per il Bilancio Partecipativo è già in atto la rilevazione ed è possibile scaricare il modulo sul sito del Comune o direttamente presso gli uffici comunali.

 

01/10/2010 13.01