Ospedale Lanciano, il sindaco Pupillo: «la Regione sia chiara con noi»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1869

LANCIANO. Il consiglio comunale di Lanciano ha approvato, a maggioranza, il documento relativo al progetto della Regione Abruzzo di costruzione di un nuovo ospedale nel territorio del capoluogo frentano.

Il voto sul documento, approvato con 14 voti favorevoli e 7 contrari, e' arrivato a tarda serata dopo una discussione iniziata alle 16 in aula consiliare.

«Il Comune di Lanciano», ha detto il sindaco Mario Pupillo, «non sta chiedendo la luna ma intende avere un Ospedale anche di dimensioni minori rispetto ai 300 posti letto, ma che sia dotato, quantomeno, di tutte le attuali Unità Operative Complesse e Semplici in atto, senza depauperare, dunque, le qualità delle prestazioni da garantire all’utenza e che sia dimensionato, al minimo, sui posti letto effettivi del Dicembre 2009».

Il primo cittadino ha chiesto alla Regione di essere «chiara»: «vogliamoi sapere», ha insistito Pupillo, «cosa dire ai nostri concittadini in modo da scegliere in modo condiviso e responsabile il destino della città. Qualcuno ha suggerito si spostare l'ospedale ma su una cosa sono certo, l'ospedale resta qui». Anche il vice sindaco, Pino Valente, si è accodato a Pupillo e ha spiegato: «da troppi anni stiamo subendo pressioni per la delocalizzazione»

Nel documento i consiglieri firmatari (Pd, Sel, Idv e liste civiche di maggioranza) chiedono, «a tutela delle esigenze sanitarie del territorio», di «attivare l'amministrazione comunale in ordine ad un progetto di fattibilita' che preveda, sull'attuale area, l'edificazione ex novo di una struttura comprensoriale, sulla quale siano articolate almeno le attuali U.O.C. e Semplici, senza alcun depauperamento e con impegno ad una urgente revisione organizzativa».

Nel secondo punto del documento, i consiglieri della maggioranza chiedono di «impegnare l'amministrazione all'apertura di un tavolo di concertazione urgente, aperto alle questioni e proposte infrastrutturali e sanitarie emerse durante il dibattito nel consiglio comunale, con la richiesta espressa di partecipazione di Regione Abruzzo ed Asl Lanciano/Vasto/Chieti».

Sono intervenuti in aula i senatori Fabrizio Di Stefano (Pdl), Alfonso Mascitelli (Idv) e Giovanni Legnini (Pd). Ma anche il presidente della commissione bilancio della Regione Abruzzo, Emilio Nasuti, l'assessore all'Agricoltura della Regione Abruzzo, Mauro Febbo e i consiglieri regionali Carlo Costantini e Lucrezio Paolini dell'Idv, Antonio Menna (Udc) e Camillo D'Alessandro (Pd).

 

24/09/2011 14.00