Taranta Peligna premiata. Sarà il nuovo comune del turismo all’aria aperta

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2012

TARANTA PELIGNA. Taranta Peligna è una delle cinque vincitrici del bando “I Comuni del Turismo all’Aria Aperta 2010”.

Il concorso promosso annualmente dall’associazione Produttori Caravan e Camper (Apc) che ogni anno offre una somma alle amministrazioni comunali per la progettazione e costruzione di aree di sosta camper. E stavolta sarà incoronata anche la cittadina abruzzese perché ha risposto ai criteri di sicurezza, qualità e funzionalità previsti dal bando.

E’ stato proprio Paolo Bicci, presidente dell’associazione Produttori Caravan e Camper-Apc a motivare così la sua scelta: «abbiamo deciso di premiare il Comune di Taranta Peligna perché il progetto presentato si è distinto per portata innovativa, multifunzionalità e rispetto dell’ambiente ed è in linea con il nostro obiettivo: promuovere e diffondere la cultura del turismo itinerante in camper e in caravan, migliorando gli standard qualitativi e quantitativi della ricettività dedicata agli amanti del camper style».

La cerimonia di premiazione che avrà luogo oggi, sabato 17 settembre, nel corso della seconda edizione del Salone del Camper 2011, presso lo stand Apc, padiglione 4, Fiere di Parma, vedrà Marcello Di Martino, sindaco del Comune di Taranta Peligna, ricevere il premio (un contributo economico di 10.000 euro) da Patrizio Roversi e Syusy Blady, ideatori e conduttori di “Turisti per caso”.

Ma come sarà l’area di sosta in progetto nel comune abruzzese? Si tratterà di uno spazio con sbarre di sicurezza in legno e impianto di illuminazione,di 3.500 mq, costituito di 8 piazzole, con un pozzetto di carico-scarico acqua, 4 colonnine rifornimento elettrico, due servizi igienici e 2 docce. Sarà dotato di area picnic, area verde, area barbecue e area giochi.

Inoltre l’area per la sua collocazione strategica dal punto di vista turistico, permette di raggiungere facilmente Palazzo dei Malvezzi, il Santuario della Madonna della Valle e vari musei, così come da quella postazione si possono ammirare le grotte del Cavallone nel Parco Nazionale della Maiella.

«Abbiamo deciso di partecipare al bando», commenta il sindaco di Taranta, «per dare completezza ad un progetto di recupero di una area a ridosso del sistema fluviale dell'Aventino, tempo addietro addirittura utilizzata quale discarica comunale e successivamente oggetto di bonifica ambientale ma anche per rispondere alle richieste di camperisti che mi hanno esplicitamente chiesto di poter usufruire di spazi più dignitosi. Taranta, inoltre, sta scommettendo tanto e spendendo tante motivazioni in ambito turistico e di sviluppo eco-compatibile del territorio. Le Grotte del Cavallone, il Parco Fluviale delle Acquevive sull'Aventino, nelle immediate vicinanze dell'area camper, e progetti nel settore culturale potranno trovare una più concreta opportunità di sviluppo e di rilancio con questa nuovo investimento di accoglienza turistica».

m.b. 17/09/2011 11.20