Rifiuti: assolti imputati processo ex discarica Lanciano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1820

LANCIANO. Si è conclusa con l'assoluzione di tutti e sei gli imputati la vicenda processuale relativa all'inquinamento dell'ex discarica comunale di Lanciano in località Serre.

Il giudice monocratico ha assolto dall'accusa di mancata bonifica del sito Mario Ciccocioppo e Nico Frattura, rispettiva presidente e direttore tecnico dell'Ecologica Sangro con la formula «perché il fatto non è previsto come reato». Assolti per il reato di inquinamento a seguito di mancata prescrizione di attività di controllo e opere di sicurezza, perché il fatto non sussiste, gli allora assessori comunali all'Ambiente Graziella Di Campli e Eugenio Caporrella, e i dirigenti di settore Mario Rulli e Giovanbattista Granà. L'inchiesta era partita nel 2007 per far luce sul forte inquinamento della ex discarica il cui percolato e altre sostanze inquinanti erano finiti nei terreni circostanti.

L'ex sindaco di Lanciano, Filippo Paolini, a seguito di analisi chimiche vietò l'uso di 15 pozzi d'acqua nei terreni limitrofi. In merito alla sentenza di oggi la parte civile, rappresentante di una proprietaria di terreno inondata dal percolato, ha annunciato che proseguirà la battaglia in sede civile. L'ex discarica di Serre, entrò in funzione nel 1989 e per 14 anni vi vennero ammassate tonnellate di rifiuti. Sulla vicenda della tenuta e mancata bonifica del sito furono raccolte firme e ci furono proteste da parte di associazioni ambientaliste e civiche.

26/07/2011 8.22