Corpo di un 17enne ritrovato in cantiere a Francavilla. Uscito di notte da casa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8789

Corpo di un 17enne ritrovato in cantiere a Francavilla. Uscito di notte da casa
FRANCAVILLA. Il corpo senza vita di un ragazzo di 17 anni, L.C., è stato ritrovato questa mattina all'interno del cantiere Maristella.

Il cadavere del giovane, originario di Francavilla, era all'interno del cantiere che si trova nei pressi dello stabilimento Stella Di Mare. In questo periodo i lavori sono fermi. Sul posto da qualche ora ci sono i carabinieri di Francavilla che stanno cercando di ricostruire la dinamica. Sul posto anche il medico legale al quale spetterà una prima ricognizione cadaverica. Poi il corpo verrà trasferito in obitorio per una autopsia. L'ipotesi più accreditata al momento è che l'adolescente possa essere caduto. Non si sa ancora (le bocche degli inquirenti sono cucite) se il giovane era entrato nel cantiere da solo o in compagnia di amici né chi abbia dato l'allarme per il ritrovamento del cadavere. 18/07/2011 12.12

SUICIDIO O INCIDENTE?

 E' stato un suicidio, un incidente fatale o semplicemente un decesso per cause naturali? E' questo il dubbio degli inquirenti che in queste ore indagano sulla morte del ragazzo. Risposte più chiare potranno arrivare solo domani, al termine dell'autopsia che si terrà al centro di medicina legale dell'ospedale di Chieti.

Secondo quanto emerso questa mattina il ragazzo sarebbe dovuto andare a scuola per frequentare i corsi di recupero ma in classe non è mai arrivato. Sul posto di sono recati i carabinieri, il sostituto procuratore della Repubblica di Chieti Andrea Dell'Orso e al medico legale Cristian D'Ovidio. Sono stati ascoltati in queste ore anche alcuni conoscenti della vittima per riuscire a comprendere lo stato d'animo del giovane negli ultimi tempi e se avesse motivi per tentare un gesto estremo. I genitori del ragazzo non si erano preoccupati dell'assenza del ragazzo da casa proprio perchè sapevano che il figlio doveva andare al corso di recupero. A far scattare l'allarme è stata invece una donna che vive nei pressi del cantiere che ha visto il corpo esanime del giovane per terra.  

18/07/2011 13.20

 «UN BRAVO RAGAZZO»

 «Era un ragazzo a posto». Così, il gestore dello stabilimento balneare Maristella descrive L.T. il giovane di Francavilla trovato morto nel cantiere, questa mattina. L’uomo conosceva bene il diciassettenne che fino a ieri pomeriggio aveva giocato a carte sui tavolini del bar. «Era educato, salutava sempre», dice il gestore, «a differenza dei suoi coetanei non gli ho sentito mai dire una parolaccia. Io lo conosco da quando era piccolo perché lui abitava qui, in quella casa rosa». Oggi nello stabilimento non si parla d’altro.

Una signora con un bimbo in braccio ha voglia d ricordarlo: «era figlio unico. Stamattina ho sentito sua madre urlare in maniera straziante il suo nome. Mi sono venuti i brividi. Che tragedia» e mentre racconta, la donna stringe la presa del suo bambino. Un ragazzino entra nel discorso «veniva a scuola con me. Lo stesso istituto, il mio migliore amico lo conosce bene. Io solo di vista». Sul posto, intanto, arrivano gli inquirenti e osservano ancora il cantiere su cui hanno apposto i sigilli. Il ragazzo aveva 17 anni, frequentava il terzo anno dell’Itis e quest’estate avrebbe dovuto recuperare dei crediti scolastici.

Ieri notte L.T. sarebbe rincasato a mezzanotte e mezzo poco dopo sarebbe uscito nuovamente e da allora non avrebbe fatto più ritorno. Alle 3.30 del mattino qualcuno avrebbe sentito un tonfo sospetto nei pressi del cantiere per questo una delle prime ipotesi sarebbe stata quella di una caduta da una impalcatura. Ma le ricostruioni delle persone che abitano in zona non coincidono: altre persone infatti dicono di aver sentito il rumore sordo verso le 5. Di certo però alle 7.30 un residente si è accorto del corpo senza vita del ragazzo ed ha allertato il 118. Dopo la scoperta.

m.b. 18/07/2011 18.07