San Giovanni Teatino, la prima mossa Marinucci: il mercato torna a Sambuceto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1593

SAN GIOVANNI TEATINO. «Un sogno lungo tre anni che in poche settimane è diventato realtà», lo definisce la nuova amministrazione Marinucci.

Il mercato degli ambulanti del venerdì tornerà entro breve al centro di Sambuceto, all'interno dell'area che comprende corso Italia, via don Giovanni Potenza, piazza Municipio e via D'Azeglio.

Dopo l'assenso del Consiglio Comunale nella seduta di lunedì sera, sarà la giunta a deliberare l'assegnazione dei posteggi definendone con precisione le aree interessate.

L'iter amministrativo finora seguito ha visto il coinvolgimento non solo delle associazioni di categoria degli ambulanti, ma anche dei commercianti locali che hanno le proprie attività a margine delle vie che ospiteranno il mercato.

Soddisfazione da parte del neo assessore Alessandro Feragalli: «La riapertura del mercato al centro di Sambuceto rappresenta una vittoria dell'intero paese e di tutti coloro che in questi tre anni di assenza hanno coltivato il desiderio di poter tornare il venerdì ad incontrarsi nelle vie del centro del paese con amici e conoscenti oltre che tornare ad acquistare prodotti a prezzi competitivi. Il mercato rappresenta la festa settimanale del commercio e della comunità e non solo il luogo degli acquisti».

Anche il sindaco Luciano Marinucci esprime la sua felicità per un impegno preso con i cittadini in campagna elettorale e realizzato in pochi giorni: «il ripristino del mercato al centro di Sambuceto e la riattivazione delle vaccinazioni presso il distretto sanitario rappresentavano il cuore del programma dei primi cento giorni di amministrazione e grazie all'impegno di tutta la maggioranza, che ha lavorato anche 15 ore al giorno, sono stati portati a termine in soli 10 giorni. Il mercato in particolare rappresenta solo il primo passo di una serie di interventi che dovranno far rivivere il centro del paese, ricreando un luogo in cui gli abitanti abbiano il piacere di vivere e gli operatori economici di investire».

 01/06/2011 9.59