TASSE

Casalincontrada, aumenta l’ Imu su prima casa

Imposta ridotta su altre abitazioni. Il sindaco: «vogliamo andare incontro ai cittadini»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2818

Concetta di Luzio

Concetta di Luzio

CASALINCONTRADA. Il Comune di Casalincontrada ha approvato a maggioranza il regolamento per la disciplina dell’Imposta Municipale Unica ed il testo di modifica delle aliquote.
Lo annuncia il sindaco, Concetta Di Luzio. Tra i punti principali del provvedimento adottato, che entrerà in vigore da subito (il pagamento della prima rata è previsto a dicembre) ci sono alcune sostanziali modifiche.
In particolare è prevista una riduzione del 2 % (da 9,6 a 7,6 per mille) sulle seconde abitazioni utilizzate dai parenti diretti (in contratto di comodato), è prevista una riduzione del 2,6% per i terreni edificabili ricadenti nella zona P.A.I. (Piano di Assetto Idrogeologico) e l’approvazione di un’aliquota pari al 5% e al 5,8% nelle aree edificabili con una capacità di costruzione inferiore a 45 metri quadrati.
Sale di un punto percentuale l’aliquota prevista sulle prime abitazioni, che passa dal 4 al 5 per mille.
«Il nostro intento», ha detto il sindaco, «era quello di agevolare i cittadini prevedendo delle riduzioni nel pagamento dell’imposta e ci siamo riusciti. Naturalmente, il mancato trasferimento di fondi pubblici da parte dello Stato e la necessaria quadratura del bilancio comunale, non hanno agevolato questo nostro percorso».
Il primo cittadino ha annunciato ulteriori tagli per il 2013 relativamente ad ogni singola voce di spesa. «Contiamo di eliminare anche eventuali spese superflue», ha detto Di Luzio, «lì dove venissero riscontrate, andando incontro alle esigenze dei residenti del territorio, così com’è nella politica di questa amministrazione comunale».
Anche il Comune di Pescara giorni fa ha ridotto in maniera consistente l’Imu prevedendo il 3,5 per mille come aliquota anziché il 4 per mille sull’abitazione principale; così come il Comune ha previsto il 10,25 per mille, anziché 10,6 per mille, sulle seconde abitazioni ed il 5,8 per mille sulle case Ater.
Il Comune di Avezzano, invece, ha deliberato un’ aliquota Imu ridotta al 3,5 per mille sulla prima casa oltre ad una serie di agevolazioni su Tosap e Rsu per le attività commerciali e artigianali.