Rifiuti, Cgil Fp denuncia: «grave situazione alla Consac srl»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4022

CHIETI. La segreteria provinciale della Cgil Fp di Chieti denuncia la «grave situazione» nell’Azienda Consac srl di Fara Filiorum Petri.

La società è il braccio operativo del Consorzio Comprensoriale del Chietino, per il quale svolge il servizio di  raccolta dei rifiuti solidi urbani. Fanno parte del Consorzio i Comuni di Ari, Bucchianico, Canosa Sannita, Casacanditella, Casalincontrada, Crecchio, Fara Filiorum Petri, Miglianico, Pretoro, Rapino, Ripa Teatina, Roccamontepiano, San Martino della Marrucina, Tollo, Torrevecchia Teatina, Vacri, Villamagna.

  «Sono state avviate tutte le iniziative, riunione delegati, assemblea dei lavoratori, incontro con la Direzione Aziendale della Consac, a seguito delle numerose criticità verificatesi nell’azienda», spiega dalla segreteria provinciale Cgil Fp Paola Puglielli. « La riunione di ieri ha confermato ufficialmente le voci, riferite dai lavoratori, circa la grave situazione economico - finanziaria della Azienda determinata da un mancato guadagno di circa 2 milioni di euro a causa della non riscossione delle fatture emesse, per il servizio di raccolta, nei confronti di alcuni Enti Consortili e di debiti pregressi, per lo smaltimento dei rifiuti, di alcuni Comuni non consorziati».

La situazione, secondo il sindacato, comporterà una serie di problemi a partire da quello del notevole ritardo nel pagamento delle retribuzione od anche «la non conformità dei mezzi con possibili conseguenze per la responsabilità oggettiva dei conducenti ed ancora altre difficoltà di minore entità».

Per questo il sindacato ha chiesto un incontro urgente con il presidente del Consorzio, i sindaci dei Comuni Consortili e la direzione Aziendale della Consac srl: «bisogna concordare concrete e condivise soluzioni ed evitare l’avvio di azioni sindacali a tutela dei lavoratori».

26/03/2011 12.02