Lapenna vince le primarie: è lui il candidato sindaco del centrosinistra a Vasto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2589

VASTO. Alla fine, nonostante la quasi rottura definitiva con il suo partito, Luciano Lapenna sarà il candidato sindaco del Pd e, spera, di tutta la coalizione di centrosinistra a Vasto.

Il sindaco uscente ha infatti vinto le Primarie con il 56,4% delle preferenze. Un dato per molti inaspettato, come sicuramente inattesa è stata l’altissima affluenza di votanti; quasi cinquemila persone che ieri si sono recate nei sei seggi allestiti del PalaBcc di via dei Conti Ricci per esprimere la propria preferenza tra Lapenna e Peppino Forte.

Precisamente hanno votato 4.861 elettori: 2.578 uomini, 2.193 donne e persino 103 ragazzi tra i 16 e i 18 anni, che non possono votare alle elezioni ‘vere’.

A Lapenna sono andate 2.689 preferenze (56,4%), mentre Peppino Forte si è fermato a 2.126 voti (43,6%).

«Il Pd mi ha fatto tribolare, ma alla fine ha prevalso il sentimento di unità che la gente ha espresso nei miei confronti e nei confronti del partito»; così il sindaco commenta l’esito delle Primarie, con grande soddisfazione ma ben consapevole che il percorso è tutt’altro che giunto al termine; anzi, inizia proprio adesso, perché raggiunta l’intesa all’interno del Pd bisogna trovare il consenso con gli altri partiti.

«Ho già avviato consultazioni telefoniche e da domani inizieranno gli incontri con gli altri partiti – precisa Lapenna – per approntare un tavolo comune con cui definire il programma elettorale».

Il sindaco sa che, se con qualche partito la strada è tutta in discesa - Sel e Rifondazione comunista si sono già schierati apertamente dalla sua parte - con gli altri bisognerà lavorare duro – l’Idv, per esempio, non ha mai nascosto una certa ostilità. Ma Lapenna è fiducioso: «Basterà sedersi intorno a un tavolo e trovare soluzioni condivise. D’altra parte – fa notare Luciano Lapenna – per vincere le elezioni di maggio ci vuole l’unità del Pd e di tutta la colazione. E non bisogna escludere – aggiunge il primo cittadino – quelle persone che pur riconoscendosi nel mio programma elettorale, non vogliono porsi sotto il cappello di un partito».

Non è da escludere, dunque, che oltre alle liste di partito la candidatura di Lapenna sarà sostenuta anche da una lista civica.

Ma al di là del risultato personale, Lapenna pone l’accento sull’altissima percentuale di vastesi che ieri si sono recati a votare: «Sono soddisfatto per aver portato a votare cinquemila vastesi. La città ha risposto e ha scelto il mio impegno di continuità amministrativa, ora inizia la sfida vera, quella che ci porterà a contrapporci al centrodestra i prossimi 15 e 16 maggio».

Secondo il sindaco le Primarie hanno avuto anche un altro merito: sono riuscite a «smussare gli angoli e appianare gli attriti». L’abbraccio tra Lapenna e il ‘perdente’ Peppino Forte a scrutini conclusi ne è stata forse la più lampante dimostrazione.

«Sono convinto – conclude Lapenna – che da adesso in poi potrò contare sull’appoggio incondizionato di Peppino Forte e di tutto il partito». Un’impresa che sembrava impossibile fino a qualche settimana fa, tanto che il sindaco si è persino dimesso perché in evidente contrasto con il Pd e con il presidente del Consiglio comunale, ma che ora sembra conquistata. Ora tocca solo convincere il resto della coalizione.

COLETTI: «HA VINTO LA PARTECIPAZIONE»

Tommaso Coletti, ex presidente provinciale del Partito Democratico, ha invece posto l'accento sulla «straordinaria partecipazione dei cittadini»: «Hanno vinto la democrazia e la partecipazione dei cittadini, insieme al Partito Democratico. Un grande ringraziamento a Peppino Forte che ancora una volta ha dimostrato la sua straordinaria forza di volontà ed il grande legame con la sua città. Insieme La Penna e Forte potranno portare il Pd e la coalizione di centrosinistra a guidare l' amministrazione della città con l'intento, cosi' come e' stato nel passato, di fare esclusivamente gli interessi della loro comunità».

21/03/11 10.23