La Walter Tosto seppelliva veleni nel proprio piazzale a due passi dal fiume

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5961

CHIETI. Discarica abusiva di veleni interrati nei pressi di una nota azienda metallurgica di Chieti Scalo.

La guardia di finanza nucleo Reparto operativo Aeronavale ha individuato una discarica di veleni che vengono giudicati molto pericolosi per la salute dei cittadini che sono stati intombati nel tempo ad una profondità di almeno 4 metri.  La scoperta è stata realizzata nell’ambito di più ampi controlli coordinati dalla procura della Repubblica di Chieti e dell’Arta che ha svolto analisi sulla pericolosità e tipologia dei veleni. Le fiamme gialle hanno potuto accertare nella loro indagine «gravi e reiterate inadempienze nella gestione dei rifiuti, tali da poter esporre a concreto pericolo la salute dei cittadini e pregiudicare la salubrità dell’ambiente». I militari però non forniscono esatta ubicazione della disarica né il nome della «nota azienda operante nel settore metallurgico nella zona di Chieti Scalo». Una successiva nota dell'Ansa invece la identifica nella Walter Tosto.

Con l’ausilio di georadar ed altri strumenti tecnologici è emerso che il piazzale del sito industriale, posto a poche decine di metri dal fiume Pescara, è caratterizzato dalla presenza di «rifiuti pericolosi e non pericolosi occultati e smaltiti per interramento, oltre che giacenti sul suolo in forma di cumuli, tutti probabilmente riconducibili al ciclo produttivo aziendale». L’intero piazzale di circa 100mila metri quadrati è stato posto sotto sequestro. I responsabili della società metallurgica sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria competente.

14/09/2010 14.26