Turbogas Ortona, il Consiglio chiede lo stop all'autorizzazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3581

Turbogas Ortona, il Consiglio chiede lo stop all'autorizzazione
ORTONA. Con voto unanime il Consiglio Comunale ha approvato un ordine del giorno presentato dal Pdl ed emendato dal Pd.

Con il documento si impegna il sindaco, Nicola Fratino, a non rilasciare l’autorizzazione sanitaria, relativa all’impianto della “Tamarete Energia S.r.l.”, prima di avere acquisito un’istruttoria adeguata e nei termini di legge. Istruttoria, questa, per la quale il sindaco, si legge nell’o.d.g., può avvalersi anche di un professionista di comprovata esperienza in materia.

Così si è espressa la massima assise civica riunitasi in seduta straordinaria per discutere e, quindi, approfondire il progetto di realizzazione di una Turbogas in Contrada Tamarete e gli eventuali rischi di inquinamento ambientale.

Di recente la direzione Ambiente della Regione Abruzzo ha chiesto al sindaco Fratino, in qualità di massima autorità sanitaria locale, di rilasciare «senza indugio», (così si legge nella missiva), l’autorizzazione. Il parere sindacale è discrezionale, ma come tale deve essere motivato congruamente. Da qui la necessità di avere pareri tecnico-scientifici che supportino il sindaco nell’espletamento delle sue funzioni di autorità sanitaria locale.

L’Ufficio Tecnico, dal canto suo, ha chiesto alla Regione di avere tutta la documentazione relativa alla Turbogas della “Tamarete Energia S.r.l.” Materiale, questo, che sarà girato alla Asl per il pronunciamento preventivo del parere sanitario.

Nel 2005, il Consiglio Comunale autorizzò il cambio di destinazione d’uso dei terreni in contrada Tamarete su cui è stato realizzato l’impianto della Turbogas. L’insediamento della “Tamarete Energia S.r.l.” ha già ottenuto la VIA (Valutazione d’Impatto Ambientale) nazionale, il permesso a costruire di competenza comunale, la successiva variante a sanatoria sempre comunale e la verifica di Valutazione di Impatto Ambientale regionale in attesa dell’AIA regionale, (Autorizzazione Integrata Ambientale). Autorizzazioni, queste, previste dall’iter procedurale.

 08/03/2011 17.22