Vasto, il notaio Litterio condannato per omicidio colposo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3387

VASTO. Il notaio vastese Camillo Litterio è stato condannato con l’accusa di omicidio colposo.

Il giudice monocratico del Tribunale di Vasto ha inflitto al notaio una condanna di un anno e quattro mesi di reclusione, pena sospesa, oltre alla sospensione della patente di guida per un periodo di sei mesi.  La condanna fa seguito a una denuncia che risale al 1 maggio 2004, quando il notaio fu coinvolto in uno schianto frontale nel quale perse la vita una persona. Il professionista, alla guida della sua Alfa 166, causò l’incidente stradale sulla Statale 16 a Vasto Marina, provocando la morte di Silvestro Ciriaco, e il ferimento di alcuni famigliari di quest'ultimo che viaggiavano all'interno di una Renault 19

 L'impatto fu estremamente violento, frontale tra i due mezzi, all'altezza del Motel Perrozzi, e si ritenne che la responsabilità fu di Litterio, che venne per questo denunciato. Ora è arrivata la sentenza di condanna nei suoi confronti, anche se la pena è stata sospesa.  I familiari di Ciriaco sono stati assistiti dagli avvocati Elio Rocchio e Maria Grazia Tana, mentre il notaio Litterio è stato difeso da Giovanni Cerella, tutti del Foro di Vasto.  Un nuovo guaio giudiziario per il noto notaio vastese, che nei mesi scorsi fu addirittura arrestato per una vicenda di peculato.

26/02/2011 9.22