Sevel, sabato nuovo sciopero dei lavoratori

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1786

ATESSA. Nuovo sciopero della Fiom Cgil in occasione dei sabati lavorativi alla Sevel.

Al sindacato non è proprio andato giù il mancato accordo sul rilancio occupazionale dello stabilimento Fiat della Val di Sangro, che prevedeva l’assunzione di 300 persone a tempo determinato e il lavoro straordinario per sette sabati consecutivi.

Così, dopo la protesta di sabato scorso, anche il prossimo 26 febbraio è stato proclamato lo sciopero di stabilimento di otto ore, intera giornata turbo B.

Intanto il sindacato ha organizzato un incontro nazionale per il prossimo 4 marzo sul tema dei diritti sindacali in Sevel.

Le richieste della Fiom Cgil, condivise anche con i lavoratori, mirano a garantire allo stabilimento di Atessa produzioni certe e durature attraverso le regole stabilite nella contrattazione nazionale e aziendale e a chiedere la convocazione di un incontro sindacale per condividere la  gestione di  questa importante salita produttiva.

«Non giova a nessuno – puntualizza in una nota il segretario provinciale Marco Di Rocco - continuare con il braccio di ferro, invece, il nostro comune compito è quello di ricercare intese per gestire lo sviluppo delle fabbriche e del territorio».

La Fiom si dice disponibile a costruire tali intese e auspica che si arrivi ad una condivisione  anche sulla gestione della salita produttiva della Sevel.

«Noi chiamiamo i lavoratori a scioperare anche per sabato prossimo – spiega la segreteria della Fiom - con il fine di riaprire spazi contrattuali necessari per la costruzione di un’intesa unitaria sui fabbisogni produttivi di Sevel».

 24/02/2011 10.20