Violenza sessuale su una 12enne, incidente probatorio a Vasto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1429

VASTO. E' stata la giornata del ricordo e del dolore ieri per una adolescente di Vasto che ha dovuto raccontare le violenze subite negli anni scorsi.

Al tribunale di Vasto si è svolto infatti l'incidente probatorio per cristallizzare la verità della giovane vittima che oggi ha appena 12 anni.

A dicembre scorso in manette era finito un insospettabile cinquantenne che ha sempre respinto ogni accusa.

La drammatica vicenda era venuta a galla tramite alcuni temi scritti dalla ragazzina che aveva messo nero su bianco la sua disperazione per quelle attenzioni particolari ricevute da un amico di famiglia. Il dolore era probabilmente troppo che ha deciso di svelare il suo stato d'animo e la sua sofferenza raccontando le violenze subite, prima ancora di parlarne direttamente con i familiari, forse per paura o per vergogna.

L'insegnante ha poi avvertito i genitori e da qui è scattata l'inchiesta della Procura di Vasto. Una inchiesta delicatissima proprio perchè ha ruotato intorno ad una minorenne che gli inquirenti hanno cercato di tutelare al massimo.

E ieri durante l'incidente probatorio la vittima ha riconfermato davanti al gip tutte le accuse. L'uomo ha avuto la possibilità di ascoltare il racconto tramite un collegamento video e audio.

Secondo quanto ricostruito dal pm Giancarlo Ciani l'uomo avrebbe abusato della bambina per almeno sei-sette anni.

La famiglia della vittima, costituitasi parte civile, è difesa dall'avvocato Angela Pennetta. L'imputato è difeso invece dagli avvocati Marisa Berarducci e Alessandro Orlando. La prossima udienza è prevista per il 30 maggio.  

17/02/2011 8.39