Lanciano, al via interventi di demolizione degli immobili per recuperare fondi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1211

LANCIANO. Il Comune di Lanciano dà il via a una serie di valutazioni dei patrimoni immobiliari comunali per procedere alla demolizione degli stessi.

L’obiettivo, oltre che di riqualificare alcune zone e procedere al restyling di una parte degli edifici, è quello di acquisire nuove risorse finanziarie per l’ente, che non versa certo in una situazione di avanzo economico.

Le valutazioni saranno fatte dall’assessorato al Patrimonio del Comune di Lanciano e riguarderanno, tra gli altri, un immobile in località “Tiro a Segno”  in via Circonvallazione.

La zona, considerata a rischio franoso, è sottoposta al Pai (Piano Assetto Idrogeologico).

«Senza questa valutazione – ha dichiarato l’assessore al Patrimonio, Luciano Bisbano - non sarebbe stato possibile l’abbattimento dell'ex Scuola Elementare Santa Liberata, da tempo in stato di abbandono. Un intervento – continua l’assessore Bisbano – che ha consegnato ai residenti della contrada Santa Liberata la possibilità di fruire di uno spazio in più che sarà certamente curato in modo da consentirne il miglior utilizzo».

Nelle scorse settimane il Comune ha provveduto anche ad altri interventi di demolizione e valutazione degli immobili.

E’ il caso dell’edificio all’interno della rotatoria di via Ferro di Cavallo, acquistato dal Comune e abbattuto perché al centro di una delle più trafficate arterie della città.

Nei prossimi giorni, infine, è previsto anche l’abbattimento dell’ex Scuola Materna Sperimentale, nei pressi dell’Istituto Magistrale, che nelle intenzioni dell’amministrazione comunale amplierà la sede stradale di via Ferro di Cavallo migliorandone la sicurezza e la fruizione da parte dei cittadini, anche grazie alla realizzazione di un parcheggio.

Un intervento, però, che ha già scatenato furiose reazioni da parte dell’opposizione che ha chiesto un ripensamento all’amministrazione comunale.

15/02/2011 9.40